Questo sito contribuisce alla audience de

Nasce EcoDrive, il sistema della Leitner per il risparmio energetico sugli impianti

Nasce EcoDrive, la tecnologia della Leitner per un risparmio energetico sugli impianti
TurismoRISPARMIO ENERGETICO

Nasce EcoDrive, il sistema della Leitner per il risparmio energetico sugli impianti

Si chiama EcoDrive, il sistema di controllo ideato dalla Leitner che adatta la velocità della funivia al numero di sciatori in attesa nelle stazioni.

La velocità della funivia ora può variare automaticamente a seconda del numero di sciatori in attesa di salire in cabina. Meno persone in coda, meno necessità di smaltire la fila rapidamente. E con il rallentamento di solo un metro al secondo si può generare un risparmio di energia del 20%. EcoDrive, questo il nome della soluzione tecnologica ideata e realizzata da Leitner, società altoatesina del gruppo internazionale HTI, rappresenta quindi una risposta immediata ai rincari energetici che già a partire dalla stagione sciistica alle porte andranno a impattare sui bilanci degli impiantisti alpini.

La soluzione
Dopo una prima fase di prova in cui EcoDrive è stato implementato con successo in sette impianti a fune d’Oltralpe, Leitner lancia ora ufficialmente il sistema di controllo adattivo della velocità delle funivie. Il funzionamento è sicuro ed efficace: integrato nel sistema di controllo, regola la velocità dell’impianto sulla base di un sistema di telecamere che registra il numero di visitatori che attendono nelle stazioni. In questo modo, la riduzione automatica della velocità, ad esempio da 5 m/s a 4 m/s su una seggiovia, consente di risparmiare fino al 20% di energia senza compromettere il comfort di viaggio. Un’altra importante ricaduta positiva della tecnologia sviluppata da Leitner, sia sul piano ecologico che finanziario, è la riduzione dell’usura del materiale. EcoDrive, disponibile sia per i nuovi impianti che per il retrofitting in quelli già esistenti, contribuisce infatti a prolungarne la durata di vita e crea un notevole valore aggiunto in termini di sostenibilità e risparmio di risorse. I primi risultati della stagione 2021/22 nel comprensorio sciistico francese di Serre Chevalier sono già disponibili e il potenziale di risparmio è stato misurato in due impianti diversi, rispettivamente per 23 e 21 giorni durante la stagione. Il risultato è tangibile: è stato possibile risparmiare rispettivamente 7.550 kWh e 5.000 kWh.

Da vent’anni all’avanguardia
Un altro esempio di sviluppo nel segno dell’ecologia è il sistema di azionamento privo di riduttore Leitner DirectDrive, già in uso da oltre vent’anni e in più di 250 impianti. La tecnologia perfezionata da Leitner è in grado di raggiungere un grado di efficienza sino al 96% sia a carico parziale che totale, delineandosi come una delle prime sul mercato. Alle elevate prestazioni di DirectDrive contribuisce anche la ridondanza della sua struttura modulare. DirectDrive offre infatti la massima fluidità di funzionamento, una manutenzione minima (niente revisione del riduttore né cambio di olio), un funzionamento sostenibile (senza olio né lubrificante), una sostanziale riduzione dell’impatto acustico e costi di esercizio estremamente bassi, in quanto riduce il consumo di energia fino al 5% rispetto a un azionamento tradizionale.

HTI
Il Gruppo High Technology Industries (HTI) è protagonista a livello mondiale nel settore degli impianti a fune (Leitner e Poma), dei battipista e veicoli cingolati (Prinoth), dell’innevamento programmato (Demaclenko) e dell’energia eolica (Leitwind). Dopo aver superato il miliardo di fatturato nel 2018 e 2019, il Gruppo HTI ha chiuso il 2020 e 2021, segnati entrambi dalla pandemia Covid, con un fatturato che ha superato gli 850 milioni di euro, investendo in questi ultimi 2 anni oltre 50 milioni in ricerca e sviluppo. Sono oltre 3.800 i collaboratori del Gruppo HTI operativi nel mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
94
Consensi sui social

PiĆ¹ letti in Turismo

Climbing for Climate 2022. In vetta per parlare di cambiamento climatico

Climbing for Climate 2022. In vetta per parlare di cambiamento climatico

Sabato 17 settembre sul Ghiacciaio Presena è in programma l’evento “Climbing for Climate”: scienziati ed esperti aiuteranno a comprendere i fenomeni che minacciano la sopravvivenza dei ghiacciai. Durante l’evento verrà presentato il premio di laurea finanziato con l’asta benefica delle bottiglie di vino affinate in un igloo.