Questo sito contribuisce alla audience de

Simone Origone ha vinto la sua 12esima Coppa del Mondo, cancellate anche le gare di Grand Valira

La stagione dello sci velocità? Riparte dalla leggenda Simone Origone: prima vittoria a Vars
Sci di velocitàcoppa del mondo

Simone Origone ha vinto la sua 12esima Coppa del Mondo, cancellate anche le gare di Grand Valira

Il valdostano fuoriclasse dello sci velocità chiude imbattuto in stagione con sei successi in altrettante gare: "Poca voglia di festeggiare".

Simone Origone ha vinto ufficialmente la dodicesima Coppa del Mondo della sua straordinaria carriera.

Il fuoriclasse dello sci velocità si è preso ancora la sfera di cristallo, visto che la FIS oggi ha cancellato ufficialmente, dopo quella di Formigal prevista domenica 15 marzo, anche le gare finali di Grand Valira (3-4 aprile), ovviamente per i pericoli legati al Coronavirus.

Il valdostano chiude da imbattuto un'annata pazzesca, avendo vinto tutte e sei le gare in programma: 600 punti totali quindi rispetto ai 440 del francese Simon Billy e ai 330 dell'austriaco Manuel Kramer, mentre a livello femminile Valentina Greggio chiude seconda con 405 lunghezze, alle spalle della svedese Britta Backlund che, così come Origone, ha vinto tutte le prove.

Origone ha pure ricevuto un “regalo” dalla parte della FIS, che ha riconteggiato le sue vittorie nel circuito e, rispetto alle 49 “original”, sono diventate 50 tonde tonde: il primo trionfo il 6 marzo 2004 a Sun Peaks, l'ultimo pochi giorni fa a Idre.

Ci siamo trasferiti in Spagna con anticipo e viaggiando in pulmino per evitare problemi di spostamento, abbiamo fatto un viaggio inutile – racconta lo stesso Origone – La mia stagione è stata super e ho vinto tutte le gare, ma la situazione che stiamo vivendo è triste e non riusciamo a gioire appieno. Volevo fare i complimenti alla nostra Federazione che ha preso decisioni forti e giuste, mentre il comportamento della FIS non è stato certamente adeguato alla situazione, perchè ci sono ancora in giro tanti atleti che magari vorrebbero tornare a casa e stare vicini alle loro famiglie.

L'obiettivo delle dodici coppe sembra un bel numero, non pensavo però di toccare quota 50 successi di tappa in questa stagione, lo prendo come un bel regalo. E se a 40 anni mantengo questa condizione fisica, posso ancora togliermi delle soddisfazioni...”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
758
Consensi sui social