Questo sito contribuisce alla audience de

La Coppa del Mondo riparte da Inzell. Sven Kramer è il grande assente

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Speed SkatingSpeed Skating - CdM a Inzell

La Coppa del Mondo riparte da Inzell. Sven Kramer è il grande assente

Archiviata l’Olimpiade invernale di Sochi, per il pattinaggio di velocità internazionale è tempo di ricominciare. L’attività intensa della stagione 2013-14, culminata nell’impegno a cinque cerchi, è tutt’altro che chiusa. C’è ancora la Coppa del Mondo Isu da assegnare. E il percorso ricomincia nel weekend alle porte, proprio da dove si era temporaneamente chiuso nel 2013: ovvero dalla Germania. I pattini dei migliori specialisti del ghiaccio sfrecceranno nell’arena di Inzell. Nella nazione in cui si era fermata per l’ultima volta nel dicembre 2013 (ma in quel di Berlino), esattamente tre mesi fa. Da domani (venerdì 7) fino a domenica 9 marzo, toccherà allo stadio della cittadina bavarese ospitare la quinta e ultima (prima delle Finali di Heerenveen previste per la prossima settimana) tappa di Coppa. Fari puntati sulla lotta per la lotta alla Coppa generale e sull’Olanda dei record. Ma anche l’Italia del ghiaccio è attesa a un riscatto dopo le deludenti prestazioni a cinque cerchi: saranno ben nove gli azzurri impegnati, agli ordini dei tecnici Baroni e Donagrandi, sul tracciato della Max Aicher Arena.

I temi forti d’intreccio sulla pista tedesca sembrano davvero molti. In primo luogo, c’è grande e inevitabile attesa per osservare i fenomeni della squadra olandese. Il team che ha abbattuto a Sochi tutti i record di vittorie in pista lunga nella storia olimpica, si presenta con quasi tutti i suoi 14 medagliati ai recenti Giochi russi. Quasi, appunto, ad eccezione di due olimpionici individuali e del campione in carica ai recenti Europei Allround.

Su tutti spicca l’assenza di uno dei più forti pattinatori di tutti i tempi: Sven Kramer. Il fenomeno di Heerenveen, dopo due ori e un argento alle Olimpiadi, ha deciso di chiudere anticipatamente la sua stagione. In mezzo, però ha patito una cocente delusione ai Campionati Allround olandesi dello scorso weekend. In quell’occasione il campionissimo è stato squalificato nella gara dei 5000 metri per pattinata irregolare all’arrivo (il cosiddetto kick-finish), nonostante fosse saldamente in testa alla gara. Esclusione che ha scatenato delle polemiche per la decisione dei giudici. Chiaramente deluso, Kramer ha deciso di dire basta per questa stagione: ne ha approfittato per subire un intervento chirurgico alle vie respiratorie (riuscito senza problemi nella giornata di oggi) al fine di risolvere un’infiammazione che lo condizionava.

Fuori causa Kramer, a Inzell mancheranno anche Jan Blokhuijsen e(oro nella gara a squadre e campione europeo 2014), Jorien ter Mors (prima nei 1500 e nell’inseguimento donne) e la rediviva Carien Kleibeuker (maxi sorpresa di bronzo nei 5000 olimpici). Per il resto, il team è quasi al completo. Ci sarà la regina di Sochi, Ireen Wüst e gli altri ori individuali maschili, Michel Mulder, Stefan Groothuis e Jorrit Bergsma.

Dall’altra parte, il resto del mondo. Urge un cambio convincente di marcia al team Usa. Shani Davis ed Heather Richardson sono i leader correnti della Coppa generale. E dopo la recente Olimpiade senza medaglie, punteranno a confermare almeno il primo posto contro gli attacchi. Tra gli uomini, gli sfidanti più accreditati a impensierire l’americano sono Michel Mulder e Koen Verweij (ma la distanza di 22 punti di distacco, gioca a favore del leader). Tra le donne, invece, la lotta è aperta. Per la Richardson i pericoli sembrano arrivare dalla propria squadra (Brittany Bowe), ma soprattutto dall’olandese Wüst, apparsa in forma strepitosa nel 2014.

Nel programma del weekend di Inzell, ci saranno anche un paio di novità interessanti. Dapprima la Mass Start, gara entrata dal 2011-12 nel calendario di Coppa, in cui si garantiranno emozioni davvero forti per il pubblico e un bottino di punti succoso per chi punterà ad avanzare nelle classifiche. All’esordio anche il Team Sprint, gara per il momento dimostrativa.

Tra gli italiani più attesi in gara, Mirko Nenzi, fresco vincitore del titolo italiano Sprint, che sarà impegnato in Division A nei 500 e 1000 metri. In campo femminile Francesca Lollobrigida in pista per misurarsi con le altre concorrenti proprio nella Mass Start. Nella stessa gara, la romana ottenne nel 2013 il suo primo podio (argento) in Coppa del Mondo. Proprio sulla pista di Inzell.

Oltre a Nenzi e Lollobrigida saranno sette gli altri azzurri impegnati sul ghiaccio tedesco. Questa la lista: Marco Cignini, Jan Daldossi, Andrea Giovannini e Luca Stefani. Mentre tra le donne vedremo all’opera anche Francesca Bettrone, Yvonne Daldossi e Paola Simionato.

2
Consensi sui social