Questo sito contribuisce alla audience de

Voetter-Oberhofer sono seconde ad Igls a soli 14/1000 da Degenhardt-Rosenthal!

Voetter-Oberhofer sono seconde ad Igls a soli 14/1000 da Degenhardt-Rosenthal!
Info foto

FIL / Mareks Galinovskis

SlittinoCOPPA DEL MONDO 2023/24

Voetter-Oberhofer sono seconde ad Igls a soli 14/1000 da Degenhardt-Rosenthal!

Quarto podio su cinque gare per le azzurre Andrea Voetter e Marion Oberhofer che anche ad Igls continuano a collezionare piazzamenti nella parte alta della classifica. Il sodalizio italiano, vincitore lo scorso anno della prima storica Coppa del Mondo di doppio femminile, in Tirolo si è dovuta inchinare solamente alle tedesche Degenhardt-Rosenthal che grazie ad una seconda manche tutta d'attacco hanno preceduto le azzurre di appena 14 millesimi.

Le azzurre grazie ai degli ottimi tempi di spinta hanno conteso a lungo la prima piazza dapprima alle favoritissime austriache Selina Egle e Lara Michaela Kipp chiudendo la prima discesa a soli 35 millesimi dalla leadership, mentre nella seconda e decisiva manche, Voetter-Oberhofer hanno pagato forse una scelta non azzecata di materiali venendo sorpassate di appena 14 millesimi da Jessica Degenhardt e Cheyenne Rosenthal che grazie al miglior tempo di manche sono risalite dalla terza alla prima posizione conquistando la terza vittoria stagionale e il primo titolo europeo della carriera, mentre Egle-Kipp sorprendemente si rovesciavano a pochi metri dal traguardo della seconda run scivolando in nona posizione assoluta.

Gara da dimenticare anche per Eitberger-Schirmer solamente ottave e ora scavalcate in classifica generale da Voetter-Oberhofer, mentre ora la classifica generale viene guidata proprio da Degenhardt-Rosenthal davanti al doppio italiano.

Nel doppio maschile ci sono volute solamente cinque gare per regalare al nuovo sodalizio austriaco Steu-Kindl il primo successo della carriera. Una giornata da ricordare per Thomas Steu che mai in coppia con lo storico compagno Lorenz Koller si era aggiudicato un titolo europeo nel doppio, mentre per il neo-doppista Wolfgang Kindl arriva il secondo oro continentale dopo quello conquistato nel singolo a Sankt Moritz 2022, una vittoria che consente alla medaglia d'argento olimpica del singolo anche di entrare di diritto nella storia dello slittino affiancando il proprio nome a quello di Georg Hackl e Albert Demtchenko nel club degli atleti capaci di vincere in entrambe le discipline.

Grazie a questo successo Steu-Kindl si prendono la leadership della classifica generale superando di 21 punti Wendl-Arlt e di 51 Bots-Plume. Una gara che ha visto l'Austria a lungo accarezzare il sogno della doppietta davanti al proprio pubblico di casa, che però non è arrivata a causa del rovesciamento che ha visto coinvolti (per fortuna senza conseguenze) Juri Thomas Gatt e Riccardo Martin Schoepf sprofondati dalla seconda alla nona posizione finale. Sul posto d'onore salgono cosi i lettoni Bots-Plume bravi ad anticipare i rimontanti Wendl-Arlt in difficoltà nella prima discesa e bravi a riagguantare il podio nella manche conclusiva.

Gara un po' sottotono per la squadra azzurra. Emanuel Rieder e Simon Kainzwaldner si sono piazzati al quinto posto venendo staccati di 397 millesimi dalla vetta, due posizioni più in dietro si sono classificati Nagler-Malleier, mentre Rieder-Gufler hanno completato la top10 chiudendo al decimo posto.

La prima delle due giornate di gare era stata inaugurata dalla prova del singolo femminile che ha visto nel duello per il successo tra Madeleine Egle e Julia Taubitz il suo apice. Le due grandi protagoniste delle ultime tre stagioni si sono sfidate sul filo dei millesimi con l'austriaca che ha preceduto la rivale di appena 24 millesimi al termine delle due manche. Un successo importantissimo per la padrona di casa, il terzo stagionale, che le consegna anche il primo titolo continentale della carriera ma che soprattutto le permette di raggiungere in vetta alla classifica generale proprio Taubitz che qui ad Igls ha colto il quinto podio consecutivo. 

Terza piazza per una delusa Anna Berreiter che si aspettava qualcosa di più dall'appuntamento in Tirolo, mentre quarta ha chiuso una sempre più convincente Ashley Farquharson risalita dalla settima posizione fino a sfiorare il podio. Completa la top5 l'austriaca Lisa Schulte che ha preceduto Emily Sweeney. 

In casa Italia, ottima prestazione da parte di Verena Hofer che sulla pista quasi di casa, ha ottenuto il nono posto cogliendo il miglior risultato della sua giovane carriera. Un bel segnale in vista della prova a squadre di domani dove l'Italia può seriamente puntare al podio ma non solo...

Così le altre tre azzurre al via: tredicesima Sandra Robatscher risalita dalla diciannovesima posizione della prima manche, diciannovesima Nina Zoeggeler e venticinquesima Annalena Huber che ha raccolto i primi punti in Coppa del Mondo della carriera. 

Domani alle 10.00 si ripartirà con la prima delle due manche del singolo maschile, dove l'Italia farà grande affidamento su Dominik Fischnaller.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
59
Consensi sui social

Ultimi in slittino

Dominik Fischnaller beffato all'ultima occasione: da 1° a 4° nella gara finale di Sigulda

Dominik Fischnaller beffato all'ultima occasione: da 1° a 4° nella gara finale di Sigulda

Coppa del Mondo di slittino: il detentore della sfera di cristallo, quest'anno lontano dal dominatore Max Langenhan (assente in questa tappa), cede nella manche decisiva e conclude ai piedi del podio, con Aparjods vincitore su Loch e Nico Gleirscher. Tra le donne esulta Vitola.