Questo sito contribuisce alla audience de

A Geisenberger e alla Lettonia gli ultimi titoli europei di slittino

A Geisenberger e alla Lettonia gli ultimi titoli europei di slittino
Info foto

Getty Images

Slittino

A Geisenberger e alla Lettonia gli ultimi titoli europei di slittino

Si chiudono col trionfo di Natalie Geisenberger e della Lettonia i Campionati Europei di slittino andati in scena sulla splendida Olympia Bob Run di Sankt Moritz.

La fuoriclasse tedesca riesce nell'ultimo appuntamento della stagione prima dei Giochi Olimpici di Pechino a salire sul gradino più alto del podio, lei che nelle precedenti gare aveva dovuto cedere il passo alla più giovane campagna di squadra Julia Taubitz e all'emergente austriaca Madeleine Egle. La trentatrenne bavarese, mamma del piccolo Leo, sull'unico budello naturale dell'intero circuito ritrova il giusto feeling con il proprio slittino e ottiene la sua 52ma vittoria e il quinto titolo continentale della sua incredibile carriera. 

Geisenberger ha preceduto di 155 millesimi Madeleine Egle brava a recuperare terreno alla teutonica e a centrare il suo nono podio stagionale su dodici gare disputate. Terza piazza per la giovane lettone Elina Ieva Vitola che a quasi 12 mesi di distanza dal suo primo successo in Coppa del Mondo torna a salire sul podio, palesando un evidente feeling particolare con la fantastica Olympia Bob Run.

Quarta posizione per Julia Taubitz che sebbene non chiuda completamente soddisfatta della propria prestazione può festeggiare con la conquista della sua seconda Sfera di Cristallo della carriera. La giovane tedesca al pari della rivale Egle che in questa stagione ha vinto una gara in più, partirà coi favori del pronostico nell'appuntamento olimpico anche se entrambe non dovranno sottovalutare la veterana Geisenberger che gara dopo gara pare essere torna in piena forma e che a Pechino punta a diventare (in solitaria ndr) l'atleta di sesso femminile più medagliata di sempre ai Giochi Olimpici nella specialità del singolo.

Completa la topfive una ritrovata Tatyana Ivanova rientrata a pieno servizio dopo l'infortunio riportato ad inizio stagione, mentre per i colori italiani si segnala l'ottima prova di Verena Hofer nona che aveva chiuso la prima discesa al sesto posto. La giovane azzurra è stata preceduta in classifica di una sola posizione dalla più esperta compagna di squadra Andrea Voetter, mentre Nina Zoeggeler e Sandra Robatscher si sono piazzate rispettivamente al quindicesimo e sedicesimo posto.

Nella conclusiva prova a squadre, sorprendente vittoria della Lettonia che grazie a due frazioni molto solide da parte dei singolaristi Vitola e Aparjods riesce a battere sul campo la favoritissima Germania che schierava Geisenberger, Ludwig ed Eggert-Benecken. Terza posizione per la Russia che ha preceduto di quasi mezzo secondo l'Italia che si è presentata al via con la formazione che con ogni probabilità vedremo a Pechino 2022, ovvero con al lancio Andrea Voetter, in seconda Dominik Fischnaller e a chiudere il doppio Rieder-Kainzwaldner. Non conclude la propria gara l'Austria, penalizzata proprio dall'attesa Madeleine Egle che mancando il tocca del padellone ha estromesso la forte formazione biancorossa dalla classifica finale.

Con le gare di Sankt Moritz va così in archivio la stagione 2021-22 di Coppa del Mondo di slittino, ora gli atleti osserveranno un piccolo periodo di break per trovare le giuste energie in vista delle gare olimpiche che scatteranno già sabato 5 febbraio con il singolo maschile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
17
Consensi sui social