Questo sito contribuisce alla audience de

A Koenigssee nel tripudio tedesco debutta la giovane squadra femminile italiana

A Koenigssee nel tripudio tedesco debutta la giovane squadra femminile italiana
Info foto

Andrea Famengo

SkeletonSkeleton - Coppa Europa

A Koenigssee nel tripudio tedesco debutta la giovane squadra femminile italiana

A Koenigssee lo scorso fine settimana è andato in scena il terzo atto della Coppa Europa di skeleton. Sulla pista di casa a fare la voce grossa è stata la Germania che nelle quattro gare in programma ha monopolizzato i primi due gradini del podio.

In ambito femminile la grande protagonista del weekend è stata la sassone Maxi Just. La ventunenne originaria di Fördergersdorf ha infatti dominato entrambe le competizioni precedendo nelle due occasioni la connazionale Janine Becker. Col terzo posto in gara 1 la britannica Ashleigh Pittaway ha scongiurato la prima delle tre triplette teutoniche del fine settimana, beffando di pochissimi centesimi le altre due tedesche Luisa Hornung e Corinna Leipold. 

Nella seconda competizione bavarese, Pittaway che aveva chiuso al terzo posto la prima delle due heat, commetteva qualche sbavatura di troppo nella discesa conclusiva venendo abbondantemente superata dalla ventenne Leipold che completava così l'un, due tre made in Germania. 

Janine Becker grazie alla conquista di 6 podi nelle prime 6 gare fin qui disputate continua a guidare la classifica generale, anche se dopo questo weekend il suo margine di vantaggio nei confronti di Maxi Just si è assotigliato notevolmente, tant'è che tra le due tedesche ora ci sono soltanto 37 lunghezze

In questo appuntamento ha fatto il suo debutto internazionale la giovane squadra femminile italiana. Tra le azzurre la migliore è stata l'ex portagonista dell'atletica leggera, poi divenuta frenatrice Valentina Margaglio che dalla scorsa estate ha deciso di dedicarsi allo skeleton. La ventiduenne alessandrina ha ottenuto come migliore risultato del weekend il dodicesimo posto di gara due esprimendo interessanti tempi di spinta. La piemontese come prevedibile ha accumulato un grosso ritardo in fase di guida, particolare che la giovane dovrà curare nel corso degli anni. Assieme alla Margaglio hanno esordito anche la quindicenne portacolori del Bob Club Cortina Alessia Crippa che si è piazzata al ventunesimo e al venticinquesimo posto rispettivamente in gara 1 ed in gara 2, e l'altra ex velocista Alice Puppo che ha raccolto invece una ventiduesima e ventitreesima posizione.  

Tra gli uomini ha dettato legge l'atteso atleta di casa Dominic Rady. Il ventunenne nato a Berlino ma bavarese a tutti gli effetti ha conquistato il primo posto in entrambe le gare in programma precedendo nella prima prova i connazionali Felix Keisinger, Colin Domke e Fabian Kuechler che hanno regalato alla Germania un incredibile poker. In gara due Rady ha invece avuto la meglio sul sassone Domke e sull'appena diciottenne Keisinger

In virtù di queste due vittorie Dominic Rady passa a condurre la graduatoria generale con 32 punti di vantaggio su Kuechler, mentre al terzo posto risale Felix Keisinger.

Al weekend tedesco ha preso parte anche la squadra azzurra maschile (nella foto) che con alcuni dei suoi componenti avevamo già visto all'opera ad Igls la scorsa settimana in occasione dell'Intercontinental Cup. In Baviera il migliore degli italiani è stato l'altoatesino Manuel Schwaerzer che ha chiuso la prima competizione in diciannovesima posizione. Gli altri tre italiani al via Andrea Gallina, Andrea Famengo e Andrea Vairoli hanno invece raccolto come miglior risultato rispettivamente un ventiquattresimo, un venticinquesimo ed un ventiseiesimo posto.

In occasione della tappa bavarese ha mosso i primi passi nel mondo dello skeleton la Cina. Sia nelle prove maschili che in quelle femminili la potenza asiatica ha schierato al via due atleti ottenendo un lusinghiero diciannovesimo posto con Wenqiang Geng tra gli uomini, mentre tra le donne Danxia Yang ha conquistato come miglior risultato la ventesima posizione. Un segnale incoraggiante per il tecnico canadese Jeff Pain che a fine settembre ha dovuto formare da zero la prima squadra cinese della storia di questa disciplina. 

Il prossimo appuntamento con la serie cadetta dello skeleton è in programma ai fine gennaio a Sankt Moritz dove si disputeranno le ultime due prove del circuito.

IBSFSLIDING BSD_PRESSE #EUROPACUP #KOENIGSSEE
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social