Questo sito contribuisce alla audience de

Esordio mondiale positivo per gli azzurri, arrivano cinque passaggi di turno. Domani tocca anche alle staffette

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Short TrackShort Track - Mondiali a Seul

Esordio mondiale positivo per gli azzurri, arrivano cinque passaggi di turno. Domani tocca anche alle staffette

Si è aperta quest’oggi l’edizione numero 41 dei Campionati Mondiali di short track. Dopo la prima sessione di gare sulla pista Mokdong di Seul (Corea del Sud) sono arrivati i primi verdetti. L’Italia del c.t. Kenan Gouadec – in Asia con un contingente di 10 atleti in totale, tra questi quattro pattinatori iscritti ai concorsi individuali – ha ottenuto cinque qualificazioni in totale.

Passano il primo “taglio” per ben due volte gli esordienti nell’individuale Davide Viscardi – 1500 e 1000 metri maschili – e Lucia Peretti (nella foto in copertina), avanti su sulle stesse distanze del collega e compagno di team. Soltanto Arianna Valcepina riesce a superare il primo turno nella distanza più breve del programma, i 500. Domani sarà tra le partecipanti ai quarti di finale. Il tutto in attesa delle semifinali delle staffette: nella giornata di sabato le due squadre azzurre inizieranno il loro percorso per tentare un assalto alle medaglie. Già negativo il Mondiale di Tommaso Dotti. Il talento più cristallino dello short track italiano al maschile ha esordito con tre eliminazioni su altrettante distanze.

Per ora guidano la classifica overall la britannica Elise Christie e il cinese Han Tianyu. Ma i potenziali loro antagonisti principali – Choi Minjeong al femminile e Charles Hamelin – non hanno perso terreno.

Ecco nel dettaglio le prestazioni degli italiani, per ogni distanza in questa prima giornata tutta dedicata alle qualifiche.

Nei 1500 metri, distanza d’apertura della rassegna 2016, viene subito eliminata Arianna Valcepina. La 21enne finanziera recentemente 11esima negli ultimi Campionati Europei viene estromessa al primo turno di qualificazione giungendo quarta – tempo di 2’36’’473 dietro una delle grandi favorite per il titolo Shim Suk-Hee (Corea), Kasandra Bradette (Canada) ed Evgeniya Zakharova (Russia). Passa il turno e si conquista così un posto per le semifinali di domani mattina Lucia Peretti. La bormina, protagonista di un’ottima seconda parte di stagione, giunge al secondo posto in batteria alle spalle della canadese Valérie Maltais (2’35’’105), staccata di 228 centesimi dalla capofila nordamericana.

Anche gli uomini azzurri fanno “uno su due” al termine delle qualifiche dei 1500. Vola in semifinale Davide Viscardi, secondo e qualificato nella “movimentata” batteria vinta dal canadese Samuel Girard in 2’23’’672. Il milanese è bravo a evitare le cadute – out per squalifica il russo Artem Kozlov e ripescato il cinese Wu Dajing – e a piazzarsi subito dietro il vincitore in 2’26’’087. Nulla da fare invece per Tommaso Dotti, soltanto quarto – passavano i primi due classificati – in una batteria potenzialmente alla sua portata. Il 22enne l’anno scorso 22° complessivo sulla distanza non riesce a trovare lo spunto decisivo e si deve accodare nell’ordine a Jack Whelbourne (Gran Bretagna), John-Henry Krueger (USA) e Vladimir Grigorev (Russia). Si dovrà accontentare di affinare la sua posizione nelle batterie per i piazzamenti.

500 metri femminili favorevoli solo a metà per le due frecce azzurre. Dapprima Valcepina e Peretti avevano superato i rispettivi turni preliminari. Poi, la prima riesce a conquistare il terzo posto nella sua batteria dietro Kasandra Bradette e Suzanne Schulting. Il tempo dell’italiana – 44’’502 – le consente di essere una delle tre ripescate che sono state ammesse direttamente ai quarti di finale in programma domani. Lucia Peretti si è invece fermata al secondo (con 45’’552) e decisivo turno chiudendo quarta – su quattro concorrenti al via della sua batteria – dietro la vicecampionessa europea overall Charlotte Gilmartin (44’’284), l’iridata in carica Choi Minjeong e Veronique Pierron.

Tra gli uomini arriva un altro stop al primo turno per Tommaso Dotti, quarto – passavano i primi due classificati per ogni batteria, più i migliori due terzi – anticipato da Seo Yi Ra (Corea) Nurbergen Zhumagaziyev (Kazakistan) e Liu Shaolin Sandor (Ungheria). Si ferma metà il possibile exploit verso i quarti di finale per Davide Viscardi. Il 25enne dell’Agorà Skating Team di Milano, dopo aver superato il primo Preliminare, non riesce ad andare oltre il terzo posto – crono di 42’’861 - nella sua batteria dietro il cinese Han Tianyu (leader provvisorio della classifica generale) e l’israeliano Vladislav Bykanov. Entrambi gli italiani saranno sul ghiaccio domattina – in tarda nottata in Italia – per giocarsi i piazzamenti nella distanza più breve del programma.

Nell’ultima distanza affrontata dagli skaters di tutto il mondo nel venerdì d’esordio per i Mondiali, i 1000 metri, le ragazze di Gouadec festeggiano Lucia Peretti, brava a qualificarsi per i quarti di finale nella gara sui 9 giri totali. L’azzurra è tra le migliori 16 atlete al mondo sul chilometro grazie alla sua convincente batteria terminata al secondo posto dietro il talento olandese classe 1997 Suzanne Schulting. L’oranje vince in 1’36’’365 precedendo di 116 centesimi la valtellinese. Eliminata invece Arianna Valcepina, quarta nella prova vinta da una delle superfavorite per il podio, la britannica Elise Christie. Quest’ultima, già campionessa europea overall in questa stagione, è anche la leader provvisoria della classifica generale davanti a Valérie Maltais. Una graduatoria che verrà ben delineata con le prime Finali di sabato, dei 1500 e 1000 metri, che concorreranno a definire il ranking fino alla Super Final sui 3000m a cui si qualificheranno i primi otto del ranking. Il tutto tenendo conto di 1500, 500 e 1000 metri.

Decisamente negativa la gara sui 1000 – sua distanza “forte” – di Tommaso Dotti. Il giovane poliziotto di Milano esce direttamente dalla classifica di specialità subendo una penalty che ne compromette il Mondiale (prenderà zero punti sul chilometro). Bene invece Davide Viscardi, capace di volare nei quarti di finale previsti per domenica. L’azzurro si qualifica ottenendo il terzo miglior tempo di ripescaggio – 1’27’’443 - delle batterie.

Domani i protagonisti dello short track torneranno sul ghiaccio del Mokdong Ice Rink sudcoreano. Il programma è ricco e prevede l’assegnazione di ben quattro titoli mondiali individuali – due maschili e due femminili – su 1500 e 500 metri. Inoltre, l’Italia si giocherà le sue carte più imprevedibili: le staffette. Le donne guidate dalla fuoriclasse mondiale Arianna Fontana saranno opposte in semifinale a Giappone, Russia e Corea. Gli uomini – orfani come si sa da tempo di Yuri Confortola – si giocheranno l’accesso alla Finale A sfidando tre potenze come Olanda, Cina e Corea.

Clicca qui per consultare, il programma dettagliato, i risultati completi e le classifiche aggiornate dopo la prima giornata di gare a Seul. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social

Campionati Mondiali di short track - Seul, Corea del Sud