Questo sito contribuisce alla audience de

Salto con gli sci: Stefan Kraft più forte del vento, è quattro su quattro in stagione con il successo a Lillehammer

Salto con gli sci: Stefan Kraft più forte del vento, è quattro su quattro in stagione con il successo a Lillehammer
Info foto

2023 Getty Images

Sci NordicoCoppa del Mondo

Salto con gli sci: Stefan Kraft più forte del vento, è quattro su quattro in stagione con il successo a Lillehammer

Quattro gare e quattro vittorie per l'austriaco che, dopo la doppietta di Ruka (Fin), vince anche a Lillehammer (Nor), prima su Normal Hill e poi replicando su Large Hill, portandosi così a quota quattro successi nella località norvegese. Un poker d'assi che lo porta a volare in fuga in classifica generale di Coppa del Mondo, in attesa delle prossime gare, in programma la prossima settimana a Klingenthal (Ger). Per l'Italia buona gara di Insam e Campregher che si sono attestati appena fuori dalla top 30. Piazza d'onore per un super Andreas Wellinger, con Jan Hoerl terzo.

Stefan Kraft ha vinto la prima serie in condizioni non semplici. Con forte vento alle spalle e una stanga in meno rispetto agli avversari si è spinto a 134 m, battendo di 1.6 pti il connazionale Jan Hoerl, arrivato a 139 m, con Geiger e Wellinger appena dietro a circa cinque lunghezze dal leader.

Nella seconda serie Wellinger ha sfoderato un salto "cinque stelle", arrivando a 143 m con un telemark eccezionale. Geiger, alla fine quarto, e Hoerl non sono riusciti a tenergli testa e così si è rinnovato il duello, già più volte visto in stagione con Kraft. Nei pochi minuti tra un salto e l'altro il vento alle spalle è cresciuto di intensità, rendendo così la vita difficile all'austriaco.

Ma in questo momento a "AirKraft" riesce tutto facile. Zero pressione sulle spalle e un salto altrettanto spettacolare, oltre il punto HS, che lo ha portato a vincere gara e serie. Semplicemente imprendibile il salisburghese che ha così archiviato il quarto successo stagionale, nonché il quarto a Lillehammer.

Terzo podio stagionale e seconda piazza d'onore consecutiva quindi per il tedesco, che alla fine ha pagato 5.9 pti, battendo di un punto netto Jan Hoerl, che ha così bissato il podio ottenuto in Gara-2 a Ruka. Si è invece dovuto accontentare della quarta posizione un Geiger in grande crescita, che ha preceduto altri due nomi grossi capaci, gara dopo gara, di alzare l'asticella: Ryoyu Kobayashi, autore di un salto di 143 m di pregevole fattura 5° e Marius Lindvik 6°. Alle spalle del norvegese ecco invece Pius Paschke 7°, la coppia austriaca Fettner-Hayboeck e un sorprendente Peter Prevc 10°, bravo a sfruttare condizioni di favore.

Sono finiti appena fuori dalla top 10 i tedeschi Leyhe e Raimund, mentre è finito solo 13° Daniel Tschofenig. Tra gli sloveni, Lanisek ha chiuso 14° e Zajc 15° appena davanti a Halvor Egner Granerud 17°. Piccoli passi in avanti da parte del polacco Kubacki 22°, mentre non ha raccolto punti Kamil Stoch. 

Buona prova in casa azzurra per Alex Insam e Andrea Campregher, entrambi bravi nel superare il taglio della qualificazione e poi ad attestarsi appena fuori dalla zona punti. Il gardenese ha chiuso 32° ottenendo il miglior risultato in carriera su questo trampolino, il veneto è finito invece 36°. Erano stati invece eliminati in qualificazione, alla quale ha preso parte anche il gruppo nazionale norvegese, Francesco Cecon, fuori dalla gara per soli 8 decimi, e Giovanni Bresadola, che ha pagato a caro prezzo un errore in fase di atterraggio.

Il prossimo fine settimana la Coppa del Mondo di salto con gli sci farà tappa a Klingenthal, dove saranno di scena solo gli uomini per due gare su Large Hill tra sabato 9 e domenica 10 dicembre e qualificazione in programma venerdì 8.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
30
Consensi sui social

Large Hill Maschile Lillehammer (NOR)

Più letti in scinordico