Questo sito contribuisce alla audience de

Kamil Stoch fa il vuoto a Innsbruck e mette un'ipoteca sulla Tournée dei quattro trampolini

Kamil Stoch fa il vuoto a Innsbruck e mette un'ipoteca sulla Tournée dei quattro trampolini
Sci NordicoTournée dei 4 Trampolini

Kamil Stoch fa il vuoto a Innsbruck e mette un'ipoteca sulla Tournée dei quattro trampolini

Grande prova del fuoriclasse polacco che ha vinto entrambe le serie di salto. Battuti Anze Lanisek e Dawid Kubacki, che ora è l'unico credibile avversario nella corsa all'aquila d'oro. Crollano Granerud e Geiger che devono abbandonare i sogni per la vittoria finale. 

La prima serie è stata caratterizzata da buon vento frontale e sono quindi arrivate misure importanti. La migliore è stata quella di Ryoyu Kobayashi, che è atterrato a 132 m, ben oltre il punto HS. Davanti al nipponico si sono però inseriti Kamil Stoch primo e Anze Lanisek secondo, entrambi arrivati a 127.5 m.

Il salto del polacco ha fatto la differenza nella classifica generale della Tournée. L’unico in grado di restargli in scia è stato il connazionale Dawid Kubacki, 5° a 5.7 punti, mentre sono crollati Halvor Egner Granerud e Karl Geiger, rispettivamente 29° e 30° e staccati nella singola serie di oltre venti lunghezze. Tutti e due hanno commesso degli errori in fase di stacco, accentuati dal vento, che è passato in pochi minuti da frontale a trasversale.

Sia Granerud che Geiger hanno poi provato a riscattarsi nella serie decisiva, ma non sono riusciti a fare la differenza e la loro rimonta si è fermata rispettivamente in 15a e 16a piazza. Chi invece è riuscito nuovamente ad eccellere è stato Kamil Stoch, che si è spinto a 130 m con valutazioni stilistiche eccellenti. Il polacco ha così scavato un solco incolmabile per gli avversari, sia nella gara secca che nella corsa all'aquila d'oro. Per Stoch si tratta della 37a vittoria in carriera in Coppa del Mondo e la terza Tournée dei quattro trampolini sembra ormai ipotecata. 

In piazza d'onore a 12 lunghezze si è piazzato lo sloveno Anze Lanisek, che ha avuto la meglio su altri due polacchi: Dawid Kubacki (3°) e Piotr Zyla (4°). Quinta piazza in rimonta per il giapponese Yukiya Sato, che ha preceduto Markus Eisenbichler (6°), Ryoyu Kobayashi (7°), Stefan Kraft (8°), Michael Hayboeck (9°) e Gregor Deschwanden (10°). 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
64
Consensi sui social