Venerdì 17 Novembre, 18:47
Utenti online: 2575
Michele Dardanelli
Michele Dardanelli

foto di Getty Images

Mario Seidl vince la prima gara del Summer Grand Prix 2017 ad Oberwiesenthal

Mario Seidl vince la prima gara del Summer Grand Prix 2017 ad Oberwiesenthal

Come consuetudine del massimo circuito della combinata nordica, gli ultimi week-end di agosto significano l’inizio delle ostilità per la conquista del Summer Grand Prix. In questo fine settimana si sono disputate un paio di competizioni in quel di Oberwiesenthal: ieri si è cominciato con una team sprint di antipasto, mentre quest’oggi si è fatto sul serio con una classica gundersen.

Una breve premessa va fatta: il Summer GP di combinata nordica non è in alcun modo paragonabile a quello del salto speciale, poiché queste competizioni sono fini a se stesse e non vengono tenute in considerazione né per il World Ranking List, né per la qualificazione olimpica.

Dunque diverse nazioni hanno scelto di disertare in toto il week-end sassone: su tutte la Norvegia che dal canto suo aveva l’onore di difendere il successo dell’anno passato di Jarl Magnus Riiber; poi anche il team italiano e quello francese non hanno mandato alcun loro rappresentate a gareggiare, ma se per la squadra guidata da Paolo Bernardi è una scelta in linea con i tempi passati, lo stesso non si può dire dei transalpini che negli ultimi anni hanno avuto in Francois Braud una carta più che valida per le competizioni estive.

Tuttavia l’assente per eccellenza è stato Johannes Rydzek: il quattro volte vincitore della classifica generale estiva ha dato forfait così come i veterani della squadra austriaca (Bernhard Gruber, Wilhelm Denifl e Lukas Klapfer), oltre a Philipp Orter e Paul Gerstgraser.

Nonostante tutte queste assenze il team Rot-Weiß-Rot non ha deluso le aspettative: in un contesto relativamente poco qualificato (ben 17 dei migliori 30 della generale della Coppa del Mondo 2016-17 erano assenti) ha vinto e convinto Mario Seidl.

Il ventiquattrenne del salisburghese ha fatto registrare il miglior salto essendo atterrato sul punto HS (106 metri), nonostante valutazioni dei giudici decisamente basse. Ad una manciata di secondi dall’atleta in questione è scattato il leader del movimento nipponico Akito Watabe.

Nella prima metà del segmento di fondo i due hanno condotto una prova di coppia cercando di resistere il più possibile dal ritorno dei temibili padroni di casa. L’accordo è però saltato durante il quarto giro di sei, quando l’austriaco ha staccato il più anziano rivale. In questo modo Seidl si è involato verso la sua terza vittoria in carriera in prove del Summer GP, la prima lontano dalla natia Austria.

Watabe, perse le code del più brillante Seidl, si è fatto riassorbire dal trenino teutonico: sul traguardo il giapponese nulla ha potuto contro i beniamini di casa Eric Frenzel (2°) e Fabian Riessle (3°), concludendo quindi ad un’amara quarta piazza.

Dunque il dominio teutonico visto nell’inverno scorso è stato parzialmente infranto, non tanto per il fatto che alcuni atleti siano più indietro di condizione rispetto ad altri, quanto per il fatto che una competizione sugli skiroll è ben altro sport rispetto ad una di sci di fondo.

Quinta piazza per un altro tedesco, Bjoern Kircheisen: il veterano sassone ha perso qualche colpo nel corso dell’ultima tornata rispetto ai più giovani connazionali, però ha avuto buon gioco nel difendere la posizione in questione dall’inseguitore Hideaki Nagai (6°).

Un paio di nomi a sorpresa tra i migliori 10: il ventunenne estone Kristjan Ilves e il ventiduenne stiriano Martin Fritz hanno raccolto i loro migliori risultati in carriera in competizioni estive, essendosi piazzati relativamente in 7^ ed 8^ posizione. Hanno chiuso la top 10 i due leader del movimento finnico, con Ilkka Herola che ha preceduto di pochi decimi di secondo Eero Hirvonen.

Un po’ appannati, invece, i grandi protagonisti della Team Sprint di sabato: 24 ore fa furono Tomas Portyk (12°) e Miroslav Dvorak (16°) a conquistare la palma di migliori davanti alla coppia formata dai big teutonici Frenzel-Riessle. La terza moneta era stata aggiudicata ad un'altra coppia tedesca, quella portante i nomi di Vinzenz Geiger (oggi 30° con grande fatica) e Jakob Lange (nemmeno partito nel segmento di fondo a causa di un distacco incolmabile causato dai 2 metri e mezzo di vento alle spalle trovato nel momento dell’esecuzione del proprio salto).

La classifica generale della 18^ edizione del Summer Grand Prix rispecchia il risultato odierno: Seidl (100) si è candidato così ad essere uno degli uomini da battere, seguito da Frenzel (80) e Riessle (60).

Come consuetudine del massimo circuito estivo della combinata nordica si tornerà a gareggiare già durante la prossima settimana: a Tschagguns (Austria) è in programma una singola gara mercoledì 23 agosto, dove torneranno in azione anche alcuni elementi della squadra azzurra.

OBERWIESENTHAL – HS 106 / 10,65 KM

1 . SEIDL Mario (AUT) 25’18’’5
2. FRENZEL Eric (GER) a 10’’5
3. RIESSLE Fabian (GER) a 12’’3
4. WATABE Akito (JPN) a 14’’2
5. KIRCHEISEN Bjoern (GER) a 19’’6
6. NAGAI Hideaki (JPN) a 49’’1
7. ILVES Kristjan (EST) a 1’00’’2
8. FRITZ Martin (AUT) a 1’01’’6
9. HEROLA Ilkka (FIN) a 1’06’’0
10. HIRVONEN Eero (FIN) a 1’06’’9

Clicca qui per i risultati completi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA