Questo sito contribuisce alla audience de

La FIS lavora alle discese "sdoppiate" e potrebbe mettere da parte anche il super-g. Zagabria anticipata

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Sci Alpinoregole fis

La FIS lavora alle discese "sdoppiate" e potrebbe mettere da parte anche il super-g. Zagabria anticipata

Le proposte delle sotto commissioni radunatesi per il tradizionale meeting autunnale, con l'idea pure di un altro Mondiale negli anni pari senza Olimpiadi. Kostelic sulla combinata verso l'addio: "Perchè cancellare 100 anni di storia?".

Giovedì in casa FIS è stata una giornata importante per discutere del futuro dello sci alpino, con le sotto commissioni al lavoro per proporre una serie di modifiche ai regolamenti.

L'unica modifica che il meeting autunnale ha ufficializzato in tema di calendari per la stagione 2021/22 riguarda lo slalom maschile di Zagabria, anticipato di 24 ore, dal 6 al 5 gennaio (le donne gareggeranno il 4), in modo da dare anche più recupero agli atleti in vista delle successive prove tecniche di Adelboden.

E' stato allestito un gruppo di lavoro che ha messo mano alla proposta da portare al consiglio FIS, in merito all'ordine di partenza delle gare di velocità: se ne discute da tempo, visto che la scelta dei pettorali dispari e il sorteggio dei pari è tutt'altro che ideale per molti atleti e tecnici, se pensiamo che il 10° della WCSL si trova quasi sempre costretto a partire con il numero 1 (in particolare in super-g risulta quasi sempre uno svantaggio).

Il nuovo segretario generale Michel Vion ha spiegato che “c'è l'idea di aggiungere un altro grande evento negli anni pari senza Olimpiadi, quindi per il 2024 o il 2028”. In sostanza, un altro campionato del mondo in mezzo al ciclo olimpico, oltre a quelli tradizionali ogni due anni.

Nel meeting, si è parlato ancora della possibile eliminazione futura del super-g, mentre la combinata ormai pare avere il destino segnato (e per il secondo anno consecutivo non è presente nel calendario di CdM, pur disputandosi alle prossime Olimpiadi di Pechino), e di gare di discesa di livello A e B. Cosa significa? In FIS si vogliono evitare gare troppo lunghe a verdetto già definito, come spesso capita dopo il pettorale 30 (nella maggior parte dei casi dopo il 20), quindi in futuro potremmo vedere una sfida d'élite con soli 24 atleti al via e un sistema di promozioni e retrocessioni nel corso della stagione.

Per il congresso primaverile del maggio 2022 in Portogallo, dovrebbe arrivare una proposta ufficiale sul tavolo della FIS, mentre il rappresentante degli atleti, Leif Kristian Nestvold-Haugen, ha aggiunto a “Ski Racing Media” della volontà di aggiungere sempre più gare in notturna per aumentare lo spettacolo e la visibilità del movimento.

Allo stesso portale, Ivica Kostelic aveva già commentato nei giorni scorsi, non senza polemica da grandissimo interprete della disciplina qual è stato il campione croato, la possibile sparizione della combinata. “Perchè si vogliono cancellare 100 anni di storia? E' chiaro che disputandone solo una o due all'anno, nessuno si allenerà sulle due discipline e lo spettacolo ne viene meno. Sarebbe esattamente l'opposto se ne facessero dieci a stagione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
139
Consensi sui social