Domenica 16 Dicembre, 5:39
Utenti online: 310
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Fisi Pentaphoto

Frattura al setto nasale per Martina Peterlini ma nello slalom di Levi ci sarà

Frattura al setto nasale per Martina Peterlini ma nello slalom di Levi ci sarà

Martina Peterlini, promessa azzurra delle porte strette, si è infortunata nel riscaldamento che precedeva l'odierna sciata in pista a Levi.

La 21enne trentina si è procurata la frattura del setto nasale che non le impedirà comunque di presentarsi al cancelletto di partenza dello slalom di domani sulle nevi finlandesi della Levi Black. Intanto, tratte da fisi.org, ecco le dichiarazioni di alcune delle altre azzurre che saranno in gara.

Marta Bassino: "Abbiamo trovato una Levi un po' diversa da come me la ricordavo, anni fa in Coppa Europa c'erano condizioni ben diverse con un gran freddo, invece quest'anno le temperature sono molto più alte e le condizioni sono diverse, fa caldo e c'è poca neve. Ci siamo allenate bene per tre giorni con piste salate, oggi abbiamo fatto qualche altro giro e la sciata in pista. Partirò con un numero molto alto ma non mi spaventa, sono qui per attaccare a tutta, con l'obiettivo di qualificarmi per la seconda manche. Voglio provarci seriamente anche in questa specialità".

Irene Curtoni: "E' una pista che mi ha creato negli anni passati un po' in difficoltà per la neve, quest'anno sono più positiva perché c'è caldo, la neve ha grano grosso e dovrebbero salarla, per cui non mi dispiace. La sciata in pista è stata svolta proprio in queste condizioni, i dossetti sono meno pronunciati rispetto al passato proprio perché c'è pochissima neve, in cima alla telecabina è proprio assente ed è una sensazione strana, non credo si siano mai viste queste condizioni".

Roberta Midali: "Fa abbastanza caldo, qui abbiamo girato tre giorni con pista salata, solo in un'occasione la neve ha tirato. Per quanto mi riguarda nell'ultimo periodo non ho fatto tanto slalom perché sono caduta parecchie volte e ho dovuto rallentare il ritmo, sono comunque fiduciosa nel difendermi".

Ecco anche le dichiarazioni di alcuni degli azzurri che gareggeranno domenica, per l’esattezza i nostri due uomini di punta.

Manfred Moelgg: "Siamo stati una settimana a Kabdalis, i primi giorni sono andati molto bene, poi è arrivata la pioggia che ci ha fatto lavorato molto sul sale, negli ultimi due giorni la neve è migliorata. Le sensazioni sono buone, parte un'altra stagione e non vedo l'ora, perché purtroppo a Sölden non abbiamo gareggiato. C'è tanta adrenalina e un pizzico di tensione, sono contento che si riparta, purtroppo lo saranno anche gli avversari....Fisicamente mi sento nelle condizioni ottimali, cresco giorno dopo giorno e dopo tanti mesi di allenamento possiamo finalmente giocarcela. Il livello delle nostre squadre è buono, in slalom accanto a me e Gross stanno arrivando anche giovani interessanti, li ho visti sciare molto bene ultimamente".

Stefano Gross: "E' andata bene la rifinitura, condizioni un po' alterne in Svezia ma abbiamo fatto un buon lavoro siamo pronti e curiosi di vedere cosa salterà fuori da questa prima gara che è sempre un po' un appuntamento a parte rispetto al resto degli slalom, perché arriva dopo otto mesi dall'ultima gara e a quasi tre settimane dal prossimo appuntamento di Val d'Isère".

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Slalom Femminile Levi (FIN)
PODIO

Nation: USA
Status: ACT

Nation: SVK
Status: ACT

Nation: AUT
Status: ACT
Slalom Maschile Levi (FIN)
PODIO

Nation: AUT
Status: ACT

Nation: NOR
Status: ACT

Nation: SWE
Status: ACT