Questo sito contribuisce alla audience de

Schwarz è imperiale e si prende tutto: che 3Tre, piegato Noel. Disastro azzurro a Campiglio

Schwarz è imperiale e si prende tutto: che 3Tre, piegato Noel. Disastro azzurro a Campiglio
Info foto

2023 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Schwarz è imperiale e si prende tutto: che 3Tre, piegato Noel. Disastro azzurro a Campiglio

La classicissima trentina, giunta alla 70esima edizione per il secondo slalom di questa CdM, viene conquistata dal carinziano che scavalca Odermatt nella generale. Vinatzer sbaglia tutto nella 2^ manche e chiude fuori dai venti.

Letteralmente imperiale.

Con una classe e una qualità senza pari nella notte di Madonna di Campiglio, Marco Schwarz conquista la settantesima 3Tre firmando una 2^ manche meravigliosa, sulla pista che lo fece conoscere al mondo 8 anni fa, quando salì per la prima volta su un podio di Coppa del Mondo.

Blacky” ha sempre detto di amare il Canalone Miramonti e questo slalom (ora si è preso tutti i gradini della classica trentina, era già stato anche secondo) gli consegna tutto in un colpo solo: prima vittoria stagionale, sesta in carriera, di cui tre in questa specialità, pettorale rosso strappato al compagno di squadra Feller (Schwarz era già stato secondo a Gurgl) e leadership in classifica generale, 8 punti davanti al favorito di tutti, Marco Odermatt.

Lo si dice da inizio stagione, dopo aver svolto una preparazione perfetta sulle quattro discipline, che il 28enne carinziano può davvero pensare di insidiare il re del circo bianco e il successo di stasera ha un grande peso in tal senso.

Sesto a metà gara, con 50 centesimi tondi di ritardo da Clément Noel, sul tracciato disegnato da Matteo Joris, il faro dell'Austria non ha semplicemente sbagliato una virgola, andando a recuperare 75 centesimi ad un Clément Noel comunque solido, ma certo meno brillante della 1^ manche come, purtroppo, spesso capita al campione olimpico.

Se due anni fa il transalpino gettò via il successo all'ultima porta, quando aveva ormai stravinto, c'è poco da recriminare in questo caso sullo svantaggio di 25 centesimi da Schwarz, in uno slalom che si completa con la super rimonta di Dave Ryding, che beffa tanti atleti per una manciata di centesimi (nulla di nuovo in una gara sprint come Campiglio).

Che bravo il 37enne (compleanno festeggiato lo scorso 5 dicembre) britannico, al settimo podio in carriera tenendosi dietro di 0”02 Timon Haugan, splendido sino al muro, per poi spegnersi nel finale e perdere tutto, per un 4° posto che fa male al giovane norge, comunque in continua ascesa.

Quinto a 0”43 (4 centesimi dal podio) ecco Manuel Feller, che perde la leadership in slalom ma porta a casa punti importanti, regolando a sua volta di un centesimo Henrik Kristoffersen. Niente poker nella 3Tre per HK94, ancora a secco di podi in stagione, e niente podio per Loic Meillard, 2° dopo la prima manche a 37 centesimi da Noel e amaro 7° a soli 0”47 dal suo primo successo in slalom.

Svizzera che versa lacrime amare anche per l'uscita di Daniel Yule (era 5° a metà gara appena davanti a Schwarz), mentre il terzo norvegese in classifica è Atle Lie McGrath, che sta ritrovando costanza di rendimento seppur non ancora ai livelli pre infortunio. In top ten pure Strasser e un buon Ginnis, rotola dal 4° all'11° posto finale Albert Popov, che si prende comunque punti utili, con il bulgaro davanti a Gstrein, Aerni (13° da sottolineare ex-aequo con Steen Olsen, che firma un errore clamoroso nella 2^ e per il resto... vola) e Matt, con Strolz e Zenhaeusern a ridosso della top 15.

Il capitolo Italia è più che mai allarmante: due soli qualificati per la 2^ manche, dove Stefano Gross (partito per primo) deraglia sul dosso a fine muro, e Alex Vinatzer interpreta male, praticamente dalla prima all'ultima porta, un tracciato che lo porta dal 13° post 1^ al 22° finale, con 1”70 di distacco da Schwarz e tanta amarezza per una notte che non si colora di azzurro da 18 anni.

Ora sotto con Bormio, per discesa e super-g il 28-29 dicembre sulla Stelvio, la pista di Dominik Paris. Sarà il jet della Val d'Ultimo che dovrà provare a tenere in alto il team azzurro.

 

CLICCA QUI PER IL RISULTATO COMPLETO DELLA GARA

 

SLALOM MASCHILE – MADONNA DI CAMPIGLIO

 

Marco Schwarz in 1'40”51

2° Clément Noel + 0”25

Dave Ryding + 0”39

4° Timon Haugan + 0”41

5° Manuel Feller + 0”43

6° Henrik Kristoffersen + 0”44

7° Loic Meillard + 0”47

8° Atle Lie McGrath + 0”52

9° Linus Strasser + 0”64

10° AJ Ginnis + 0”74

22° Alex Vinatzer + 1”70

DNF2 Stefano Gross

DNQ Corrado Barbera

DNQ Tommaso Sala

DNQ Giuliano Razzoli

DNF1 Tobias Kastlunger

DNF1 Simon Maurberger

© RIPRODUZIONE RISERVATA
199
Consensi sui social

Più letti in scialpino

Senza la Coppa del Mondo, Zermatt chiude agli allenamenti dei big: la reazione (sorpresa) di Swiss-Ski

Senza la Coppa del Mondo, Zermatt chiude agli allenamenti dei big: la reazione (sorpresa) di Swiss-Ski

Qualche settimana dopo aver ricevuto conferma dalla FIS del mancato inserimento nel prossimo calendario del massimo circuito, ecco che arriva dalla società guidata da Franz Julen la comunicazione che le piste del ghiacciaio verranno concesse solo a sci club e non agli atleti di élite, compresi i padroni di casa. La federsci rossocrociata: Estremamente dispiaciuti, troveremo soluzioni alternative.