Questo sito contribuisce alla audience de

Sarrazin spinge da matti e fa il vuoto nella 2^ prova a Beaver Creek, Casse è sempre il miglior azzurro

Foto di Redazione
Info foto

2023 Getty Images

Sci Alpinocoppa del mondo maschile

Sarrazin spinge da matti e fa il vuoto nella 2^ prova a Beaver Creek, Casse è sempre il miglior azzurro

Il francese, già veloce ieri, sembra davvero pronto a recitare un ruolo da grande protagonista nelle discese previste sulla Birds of Prey venerdì e sabato. Risalgono Crawford e Hintermann, Kilde è sempre lì come Odermatt mentre Paris deve lavorare parecchio. Cadute pesanti per Thompson e Von Appen.

Cyprien Sarrazin pronto per giocarsi podio e vittoria nella disciplina regina?

Beh, ormai l'ex gigantista può considerarsi un fattore e la seconda delle tre prove in programma verso il trittico di gare a Beaver Creek (due discese e poi il super-g domenicale a chiudere), ci ha confermato il feeling del transalpino con la “Birds of Prey”, oggi particolarmente severa con un training durato quasi 3 ore.

Secondo ieri ad un paio di decimi da Kilde, oggi il 29enne nativo della Savoia ha aperto davvero il gas, rifilando 78 centesimi al primo inseguitore, il canadese James Crawford che ha disputato una prova solida in ogni settore, pur lasciando sempre qualcosa al francese. Rispetto al training di martedì, può sorridere Niels Hintermann che è lì, terzo a 0”88 da Sarrazin, come Hemetsberger 4° a 1”04. Kilde, sempre velocissimo sul piano iniziale, ha lasciato di nuovo parecchio sul “murone” centrale ma la sensazione è che sia ancora in fase di test il grande favorito, oggi 5° a 1”20 e davanti di 4 centesimi al connazionale Sejersted, autentica mina vagante per l'intero week-end.

Bene Alexander (a 1”26), molto meno il terzo dei canadesi più attesi, Broderick Thompson caduto nel tratto finale (con stop della prova per oltre 20 minuti, si attendono notizie sulle sue condizioni); ottavo tempo di giornata, a 1”43 dal leader, per un buon Marco Schwarz, con Mattia Casse subito dietro a 1”55 e anche oggi miglior azzurro. Il piemontese è veloce di nuovo dal Golden Eagle sino al traguardo, la competitività sembra esserci (ieri aveva terminato quarto) e alle sue spalle, oltre a Danklmaier decimo, c'è Marco Odermatt a 1”63 con l'asso svizzero che si gestisce e firma intanto il tempone sul muro, il punto dove sa di potere e dovere fare la differenza nelle gare.

Se Kriechmayr finisce ad oltre 9 secondi, di fatto fermandosi da metà pista in giù (il fattore energia, con sei giorni tra prove e gare a queste quote, sarà fondamentale e la scelta dell'austriaco è tutt'altro che banale), e Pinturault fa di nuovo bene piazzandosi a 1”87, mentre va segnalata anche la caduta del cileno Henrik Von Appen, che ieri era stato molto rapido, in casa Italia servirà probabilmente qualcosa in più a Florian Schieder e Dominik Paris per giocarsi qualcosa di “grosso”.

Il ragazzo di Castelrotto taglia il traguardo di questo allenamento ufficiale a 1”94 da Sarrazin, perdendo di nuovo molto sul piano, il campione della Val d'Ultimo a 2”18 con la consapevolezza di dover ancora lavorare molto su una pista a lui quasi sempre indigesta. Fa un decimo meglio di “Domme” un Bosca sempre bravo sul tratto più tecnico per poi lasciare abbastanza in fondo per la zona top 20, due decimi peggio (a 2”28 dal miglior crono) Innerhofer.

Zazzi ha pagato 2”88, Borsotti 2”94, Franzoni 3”57, Molteni 4”04 (ricordando che tra gli altri azzurri sono in ballo alcuni posti da “titolari”), il giovane Alliod 4”12.

 

CLASSIFICA 2^ PROVA DISCESA MASCHILE BEAVER CREEK

 

Cyprien Sarrazin in 1'38”09

James Crawford + 0”78

Niels Hintermann + 0”88

4° Daniel Hemetsberger + 1”04

Aleksander Aamodt Kilde + 1”20

6° Adrian Smiseth Sejersted + 1”24

7° Cameron Alexander + 1”26

8° Marco Schwarz + 1”43

Mattia Casse + 1”55

10° Daniel Danklmaier + 1”58

15° Florian Schieder + 1”94

19° Guglielmo Bosca + 2”08

21° Dominik Paris + 2”18

22° Christof Innerhofer + 2”28

38° Pietro Zazzi + 2”88

40° Giovanni Borsotti + 2”94

57° Giovanni Franzoni + 3”57

65° Nicolò Molteni + 4”04

66° Benjamin Jacques Alliod + 4”12

© RIPRODUZIONE RISERVATA
117
Consensi sui social

Discesa Maschile Replaces: Beaver Creek Wengen (SUI)

Discesa Maschile Beaver Creek (USA)

Ultimi in scialpino

Programma confermato a Kvitfjell: alle 11.00 il primo dei due super-g, Brignone col n° 6 la prima big in pista

Programma confermato a Kvitfjell: alle 11.00 il primo dei due super-g, Brignone col n° 6 la prima big in pista

Cielo coperto, ma condizioni discrete in Norvegia per cominciare finalmente una tappa cruciale per la Coppa del Mondo di specialità: Fede guida le azzurre e attacca il pettorale rosso di Gut-Behrami, che partirà subito dopo di lei e Bassino. Pirovano (n° 17) e Melesi (19) puntano ad una gara importante, da Huetter a Venier sino alle norvegesi il pronostico qui può risultare molto aperto.