Martedì 21 Novembre, 9:29
Utenti online: 1146
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Kjetil Jansrud furibondo contro la FIS dopo la combinata di Wengen

Kjetil Jansrud furibondo contro la FIS dopo la combinata di Wengen

Su nrk.no duro sfogo di Kjetil Jansrud nei confronti dei vertici agonistici dello sci alpino della FIS, in particolare contro il responsabile della Coppa del Mondo maschile Markus Waldner, per il sorprendente esito della combinata di Wengen la cui discesa secondo il norvegese, e non solo secondo lui, è stata irregolare in quanto il meteo non è stato uguale per tutti.

“Ho perso le speranze verso quelli che ci governano quando ci sono delle giornate così - dice Jansrud -. Avremmo dovuto avere una gara più regolare possibile e con uguali possibilità per tutti. Noi non possiamo fare niente contro il meteo ma loro possono fare qualcosa. Per esempio scendere a intervalli di tempo più ridotti. Invece ci hanno detto che avrebbero tagliato le pause commerciali per garantirci le stesse condizioni ma non è stato così”.

“Cosa potevamo fare di più? - gli risponde altrettanto a muso duro Waldner - Non possiamo prevedere intervalli più brevi. Facciamo scendere gli atleti 1’15” l’uno dall’altro, con intervalli più brevi le cadute potrebbero diventare pericolose. Abbiamo fatto tutto quello che potevamo. Dobbiamo ricordarci che lo sci è uno sport all’aperto e può non essere equo Oggi c’erano condizioni estremamente difficili ma il lato positivo è che abbiamo facce nuove sul podio”.

Furibondo anche l’altro norvegese Aleksander Aamodt Kilde: “”Non ho parole per descrivere la gara di oggi. Onestamente penso che sia stata di cattivo gusto. Penso che sia un male che non abbiano trovato una soluzione migliore, magari rinviare la gara. Concedo che è una situazione difficile in cui trovarsi e sentono molta pressione per il fatto di non aver cancellato la gara. Perché a un certo punto è diventata irregolare”.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA