Giovedì 23 Novembre, 8:22
Utenti online: 1069
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Il superG della Val Gardena parla sempre norvegese, vince Kjetil Jansrud

Il superG della Val Gardena parla sempre norvegese, vince Kjetil Jansrud

Per la quinta volta consecutiva il superG maschile di Coppa del Mondo della Val Gardena lo vince un norvegese ed è Kjetil Jansrud, che ci era già riuscito due anni fa.

Qui il risultato completo e l'analisi della gara e le classifiche di Coppa del Mondo!

L’anno scorso gli scandinavi occuparono interamente il podio, oggi devono “accontentarsi” di una doppietta perché Aleksander aamodt Kilde si è piazzato secondo a soli 6 centesimi dal connazionale ma soprattutto perché Aksel Lund Svindal, quattro volte vincitore di questa gara, è stato un razzo fino al Ciaslat ma da lì in poi ha fatto una quantità industriale di errori finendo addirittura per uscire dal tracciato. Non terminare un superG di Coppa del Mondo gli era capitato solo due volte, a Kvitfjell nel 2007 e proprio in Val Gardena nel 2007 ma anche ai Mondiali era uscito nel 2003 e nel 2011.

Terzo si è così piazzato l’Highlander canadese Erik Guay a 13 centesimi da Jansrud che coglie la 17a vittoria in Coppa del Mondo, l’ottava in superG, la terza stagionale, la seconda in superG, il norvegese è a 140 punti da Marcel Hirscher nella classifica generale di Coppa. Fantastico quarto Matthias Mayer che sulla pista, la Saslong, dove si era fatto male l’anno scorso in discesa è il migliore di un’Austria ancora una volta fuori dal podio.

Miglior risultato della carriera per il tedesco Andreas Sander, che col quinto posto odierno migliora il sesto nel superG delle finali di St. Moritz dello scorso marzo. Sesto un altro rientrato da poco da un grave infortunio, il canadese Dustin Cook, settimo l’austriaco Max Franz, ottavo Dominik Paris, il migliore di una pattuglia azzurra un po’ al di sotto delle attese, nono l’austriaco Hannes Reichelt, decimo e dodicesimo altri due altoatesini, Christof Innerhofer e Peter Fill.

Lontani gli altri azzurri: trentatreesimo Mattia Casse, trentanovesimo Emanuele Buzzi, quarantaquattresimo Werner Heel, cinquantesimo Guglielmo Bosca, cinquantanovesimo Matteo De Vettori. Domani la discesa, una delle grandi classiche del Circo Bianco.

Twitter: @aquila1968

© RIPRODUZIONE RISERVATA