Questo sito contribuisce alla audience de

Crans-Montana annulla lo slalom esibizione in notturna: "Per dare l'esempio sulla sostenibilità"

vigliamo dare esempio
Info foto

2022 Getty Images

Sci Alpinostagione 2022/23

Crans-Montana annulla lo slalom esibizione in notturna: "Per dare l'esempio sulla sostenibilità"

Il prossimo gennaio si sarebbe dovuta disputare la quinta edizione di una kermesse che richiamava i migliori specialisti al mondo sul Mont Lachaux. Per la situazione legata ai costi dell'energia, l'organizzazione ha scelto di fermarsi almeno per il 2023: confermati tutti gli appuntamenti di Coppa del Mondo e Coppa Europa.

Se le cancellazioni delle gare in notturna in particolare, a causa degli elevatissimi costi dell'energia, sono un pericolo per la prossima Coppa del Mondo, c'è chi ha già deciso di interrompere un evento che è nato quale test per un possibile nuovo format (ideato da Matteo Joris, tecnico valdostano della nazionale svizzera maschile di slalom) da introdurre nel massimo circuito.

Parliamo dello slalom esibizione di Crans-Montana, che ha vissuto già quattro edizioni nella notte del Mont Lachaux, invitando (con un ricco montepremi) alcuni tra i migliori specialisti al mondo, tanto che nel Canton Vallese ha vinto due volte Clément Noel, poi Luca Aerni e infine lo scorso gennaio Kristoffer Jakobsen, davanti a Stefano Gross e Manfred Moelgg.

Ebbene, nell'inverno 2022/23 questa gara non si svolgerà, come ha ufficializzato il team di Crans-Montana che, al tempo stesso, non ha messo in dubbio gli eventi di Coppa del Mondo e Coppa Europa. “Vogliamo dare l'esempio in termini di sostenibilità – hanno fatto sapere gli organizzatori – Le restrizioni richieste a tutti per l'emergenza sul piano energetico ci impongono una riflessione: è stata una decisione difficile da prendere, ma siamo sensibili a questo tema e alle dinamiche ambientali”.

L'obiettivo dichiarato è quello di tornare alla normalità allestendo lo slalom esibizione per il gennaio 2024, anche quale test verso i campionati del mondo 2027 che Crans-Montana tornerà ad ospitare 40 anni dopo quella prima storica edizione del 1987. E chissà che sul Mont Lachaux lo slalom iridato non possa disputarsi sotto le luci dei riflettori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
227
Consensi sui social