Questo sito contribuisce alla audience de

Para-bob: gli atleti spingono per l'inserimento della disciplina nel programma paralimpico di Milano-Cortina 2026

Para-bob: gli atleti spingono per l'inserimento della disciplina nel programma olimpico di Milano-Cortina 2026
Info foto

IBSF

IpcParalimpiadi

Para-bob: gli atleti spingono per l'inserimento della disciplina nel programma paralimpico di Milano-Cortina 2026

La decisione verrà presa dal Comitato Internazionale Paralimpico all'inizio del nuovo anno, una volta analizzati tutti i parametri per essere ammessi tra le discipline paralimpiche.

A inizio dicembre l'IPC ha annunciato le diciotto disicpline che faranno parte del programma paralimpico dei Giochi di Milano-Cortina 2026. Tra queste discipline, al momento, non vi è il bob:" La decisione è stata rinviata poichè sono ancora necessarie delle valutazioni su alcuni aspetti tecnici della disicplina, per inserirla tra gli eventi paralimpici"- ha spiegato il presidente dell'IPC Andrew Parsons.

Il leader dell'International Para Sliding Club, Christopher Stewart, è una delle fiugre che più sta facendo, a livello internazionale, affinchè il bob riesca ad entrare nel programma paralimpico. Stewart, ex-atleta svizzero, capace di ottenere diversi successi a livello internazionale nel monobob e nel para-bob, speiga che i parametri per essere amessi ai Giochi Paralimpici sono perfettamente rispettati dalla disciplina: "Il nostro oramai è uno sport consolidato, con Campionati del Mondo ed Europei, direi che le condizione per poter fare delle Paralimpiadi di Milano-Cortina 2026 ci sono tutte".

La prima stagione di Coppa del Mondo di para-bob si è disputata nel 2014. La scorsa stagione ben nove nazioni hanno partecipato al massimo circuito mondiale; inoltre dal 2016, ogni anno, si svolgono sempre i Mondiali (eccetto per la stagione 2020, causa pandemia). Per Stewart, non ammettere il para-bob, sarebbe un'azione dannosa e retrograda per tutto il movimento paralimpico.

"Gli sport paralimpici ricevono dei contributi da parte delle Fedrazioni, per questo motivo sarebbe importante un nostro inserimento"- questa l'opinione di Stewart sul lato economico derivante dalla partecipazione a Milano-Cortina 2026.

Molto ottimista riguardo a questa vicenda invece l'IBSF: "C'è tanta positività riguardo questo argomento. Oramai il para-bob è una disciplina molto praticata e anche la gare aumentano di anno in anno; saremmo sorpresi negativamente nel caso fossimo esclusi".

Ricordiamo che le Paralimpiadi di Milano-Cortina 2026 andranno in scena dal 6 al 15 marzo.

Dunque, non resta che attendere le prime settimane del 2021, quando il Comitato Internazionale Paralimpico scioglierà le riserve riguardo l'ammissione del para-bob nel programma paralimpico.

#PARA-BOB #IPC #MILANOCORTINA
© RIPRODUZIONE RISERVATA
196
Consensi sui social

Più letti in Sport invernali

Marketa Davidova non sbaglia all’esordio, è sua l’Individuale femminile di Oestersund

Marketa Davidova non sbaglia all’esordio, è sua l’Individuale femminile di Oestersund

In una gara caratterizzata da tantissimi errori, la campionessa mondiale di Pokljuka 2021 ha trovato lo zero, sbaragliando la concorrenza. Terza vittoria in carriera, la seconda nel format, per la ventiquattrenne ceca. Piazza d'onore per Lisa Theresa Hauser, che si conferma specialista del format. L'austriaca ha pagato oltre un minuto dalla leader, ma ha resistito nel finale alla rimonta di Denise Herrmann (3a). Entrambe hanno chiuso con un errore al tiro.