Questo sito contribuisce alla audience de

Cambiamenti all’orizzonte per Shoma Uno ed Ilinykh/Zhiganshin

Cambiamenti all’orizzonte per Shoma Uno ed Ilinykh/Zhiganshin.
Info foto

Getty Images

Figure SkatingFigure skating - notizie

Cambiamenti all’orizzonte per Shoma Uno ed Ilinykh/Zhiganshin

Tra le notizie degne di nota degli ultimi giorni, non c’è solamente l’annuncio del ritorno alle gare di Tessa Virtue e Scott Moir. Anche per quanto riguarda, il giapponese Shoma Uno, rimasto ai piedi del podio nei recenti Campionati dei Quattro Continenti, e per la coppia di danza russa Ilinykh/Zhiganshin si annunciano importanti novità.


QUADRUPLO RITTBERGER SEMPRE PIÚ NEI PENSIERI DI SHOMA UNO

Shoma Uno, al termine dei Campionati dei Quattro Continenti, ha lasciato intendere che potrebbero esserci rilevanti cambiamenti in vista dei Mondiali di Boston. Il diciottenne giapponese, da tempo alacremente impegnato nel cercare di acquisire la piena padronanza del quadruplo rittberger, starebbe seriamente contemplando la possibilità di inserire l’elemento nella parte iniziale del programma libero spostando un triplo axel nella seconda metà. Così facendo, arriverebbe a presentare tre salti quadrupli e due tripli axel, compreso un quadruplo toeloop e un triplo axel eseguiti nella seconda metà. Ovviamente, questo tipo di strategia consentirebbe a Shoma Uno di contare su un base value in linea con quelli di Fernandez e Hanyu, fermo restando che il primatista mondiale non decida di alzare il livello dell’asticella passando da tre a quattro quadrupli.

Secondo quanto si è appreso e constatato a Taipei City nel corso delle sessioni di allenamento, le percentuali di realizzazione dell’elemento sarebbero discrete, ma non di assoluta sicurezza.

Va ricordato come nessun pattinatore abbia mai atterrato un quadruplo rittberger in una competizione ISU. Tra coloro che in tempi celeri potrebbero presentare l’elemento in gara ci sono anche il giapponese Yuzuru Hanyu, già capace di completarlo in esibizione, e l’israeliano Daniel Samohin, che è riuscito ad eseguirlo nel corso delle sessioni di allenamento dei Campionati europei. Circolano, inoltre, video di tentativi andati a buon fine per il russo Dmitri Aliev, mentre sul fronte italiano è Maurizio Zandron a lavorare sull’elemento.

Nel recente passato, si ricordando tentativi con rotazione mancante del canadese Kevin Reynolds e dello statunitense di scuola russa Alexei Krasnozhon.

 

ILINYKH/ZHIGANSHIN SI TRASFERISCONO PER TRE MESI DA IGOR SHPILBAND

Tra pochi giorni, Elena Ilinykh e Ruslan Zhiganshin, principali delusioni della stagione sul fronte della danza, spiccheranno il volo alla volta degli Stati Uniti per allenarsi a Novi sotto la guida dello staff diretto da Igor Shpilband. Secondo quanto si è appreso da differenti fonti russe, lo stage in nordamerica dovrebbe durare tra le dieci e le dodici settimane. Tuttavia, resta da capire se, come avvenuto nel recente passato per Sinitsina/Katsalapov e Marina Zoueva, maturerà la decisione di stabilirsi definitivamente in Michigan.

Al riguardo, Elena Ilinykh ha spiegato come la scelta sia esclusivamente frutto della volontà degli atleti, che, al termine del periodo di allenamento con Shpilband, prenderanno una decisione riguardo le modalità di proseguimento della loro carriera. La medagliata olimpica, sottolineando come una svolta radicale sia fondamentale alla luce dell’evoluzione della disciplina e del livello raggiunto dalla concorrenza, ha aggiunto di non avere ricevuto l’adeguato supporto economico da parte della federazione nell’ultimo anno e mezzo rimarcando che il periodo negli Stati Uniti sarà finanziato dai nuovi sponsor trovati dalla coppia.

Igor Shpilband, interpellato sulla situazione, non ha escluso la possibilità che Ilinykh/Zhiganshin possano in futuro stabilirsi definitivamente a Novi, ma non ha nascosto che nella prima parte dello stage non potrà dedicarsi a tempo pieno ai due connazionali. Nel mese di marzo, sarà perciò principalmente Fabian Bourzat a seguire le operazioni coadiuvato da Greg Zuerlin e dal resto dello staff.

La federazione russa ha confermato la notizia, mentre il direttore della pista dove Ilinykh e Zhiganshin si allenano abitualmente ha dichiarato che dopo lo stage con Shpilband la coppia tornerà a lavorare con lo staff diretto da Elena Kustarova.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social