Questo sito contribuisce alla audience de

La Francia si presenta a Parigi con le stelle Fourcade e Pinturault: i loro obiettivi a poche settimane dal via

dfffffhhhh
Info foto

Ski Chrono

Eventi

La Francia si presenta a Parigi con le stelle Fourcade e Pinturault: i loro obiettivi a poche settimane dal via

Sfilata per tutte le squadre nazionali transalpine con due uomini di riferimento che puntano al bersaglio grosso.

L'Equipe de France si è presentata al pubblico e ai media nella giornata di lunedì a Parigi, con Martin Fourcade e Alexis Pinturault in particolare coi fari puntati addosso.

Se il fuoriclasse del biathlon ha già 7 Coppe del Mondo in bacheca, ma vuole riprendersi lo scettro ceduto la scorsa stagione a Johannes Thingnes Boe, lo sciatore di Courchevel va in caccia della sua prima sfera di cristallo, con il ritiro di Marcel Hirscher che lo pone quantomeno tra i primi due favoriti per la generale, in compagnia di Henrik Kristoffersen.

 

FOURCADE: “ULTIMA STAGIONE? DECIDERO' PIU' AVANTI”

 

I media francesi hanno ripetutamente premuto sul tasto del possibile ritiro a fine stagione di Martin Fourcade, ma il diretto interessato ha tenuto ogni porta aperta.

Come dopo i Giochi di PyeongChang, farò il punto alla fine della stagione considerando tutti i fattori, ovvero prestazioni, divertimento, vita familiare – le parole dell'asso francese – Non ci penso troppo, l'ultima gara potrebbe anche essere quella conclusiva della mia carriera come avrebbe potuto essere nel 2018 dopo le Olimpiadi. Sono concentrato sul desiderio di fare bene, non penso comunque che andrei oltre a Pechino 2022”.

Ai colleghi di Ski Chrono, Fourcade ha spiegato nel dettaglio le ragioni del rendimento sotto standard nell'annata 2018/19: “Non mi sono preso il tempo necessario per riposare dopo PyeongChang. Volevo provare alcune cose con un nuovo allenatore (Vincent Vittoz, ndr), sono andato troppo veloce e all'inizio dell'inverno, nei finali di gara, mi mancava freschezza. Cosa mi aspetto dalla nuova stagione? Voglio ritrovare il divertimento perso lo scorso anno e lottare ogni giorno per vincere”.

 

PINTURAULT: “SONO TRA I FAVORITI, MA...”

 

Quella di Alexis Pinturault è stata un'estate positiva sul piano della preparazione, come ha confermato il 28enne savoiardo che, dalla giornata di mercoledì (anche se è prevista neve in arrivo) salirà a Soelden con i compagni di squadra per preparare l'esordio previsto sul Rettenbach il prossimo 27 ottobre.

Sono felice del lavoro svolto, avevo alcuni difetti da sistemare anche a livello fisico, come un problemino al tendine rotuleo – ha spiegato Alexis – Sugli sci è andato tutto bene, sono pronto ma non impaziente”.

La domanda è scontata: senza Marcel Hirscher, il ruolo di favorito ricadrà proprio su Pinturault? “Penso che sarà strano, quando arriveremo a Soelden, ritrovarci senza un riferimento come Marcel. Un fuoriclasse come lui mi ha permesso di alzare l'asticella ed è chiaro che proverò ad evolvere per avvicinarmi all'obiettivo della Coppa del Mondo generale, ma la lotta rimarrà durissima con tutti gli altri avversari. Parlo dei norvegesi, svizzeri, altri austriaci già pronti, Dominik Paris e, per quanto riguarda lo slalom, Clement Noel. Penso risulterà una lotta molto dura”.

La programmazione di Alexis è chiara: “Come lo scorso anno, darò priorità a slalom e gigante. Certo, ci sarà anche la combinata da curare, ma in termini di allenamento non cambierà molto. Serviranno tanti piccoli fattori per lottare in ottica classifica generale, ma sarà fondamentale costanza, al tempo stesso rischio e il divertimento necessario”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
82
Consensi sui social