Questo sito contribuisce alla audience de

Il Covid mette ko anche "La Sgambeda": niente edizione 2020 per la classicissima del fondo

Foto di Redazione
Info foto

Newspower.it

Eventiattualità

Il Covid mette ko anche "La Sgambeda": niente edizione 2020 per la classicissima del fondo

Gli organizzatori hanno cancellato l'evento in programma il 28 novembre. E anche l'Alpe di Siusi alza bandiera bianca per la Coppa del Mondo di slopestyle e San Candido per lo skicross.

In un'annata difficile per organizzatori e promotori turistici, che in molti casi si sono visti costretti prima a rinviare e successivamente ad annullare gran parte degli eventi a carattere sportivo, oggi è arrivato l'annuncio del comitato organizzatore de “La Sgambeda”.

E' ufficiale la cancellazione della 31esima edizione della classicissima del fondo, prevista il 28 novembre 2020, a causa della nuova impennata della pandemia da Coronavirus. “La salute di atleti ed accompagnatori va sempre messa al primo posto e in questo caso non ci sarebbero stati i presupposti per garantire il rispetto massimo dei protocolli anti-Covid impartiti dal Governo”, si legge nella nota. Resta il rammarico degli organizzatori per aver dovuto rinviare al 2021 questa celebre manifestazione, con l'arrivederci alla prossima stagione d'obbligo, augurandosi di poter ospitare presto gli sciatori de “La Sgambeda” sulle nevi di Livigno.

Resta al momento in sospeso la valutazione in merito al circuito Visma Ski Classics dove sono in corso colloqui quotidiani con gli organizzatori scandinavi. Nel frattempo, per chi volesse divertirsi con gli sci da fondo, Livigno annuncia che dal 30 ottobre sarà pronto un primo tratto di pista realizzata grazie allo snowfarming e all'innevamento artificiale.

Anche l'Alpe di Siusi dovrà rinunciare al suo evento di punta della stagione invernale: nel 2020/21 non vedremo la tappa della Coppa del Mondo di slopestyle nella splendida località altoatesina. Come riporta sportnews.bz, in attesa solo che la FIS ratifichi la rinuncia, il presidente di Seiser Alm Marketing, Eduard Troebinger, ha spiegato che “non ci sono le condizioni per mettere in piedi un evento così grande, visto che la copertura dei costi non può essere garantita con questa incertezza. Non sappiamo neppure quali atleti avremmo al via e non possiamo pianificare ospiti e pubblico in arrivo dall'estero”.

Per questa grande classica del calendario si attende il ritorno nel 2022 (“c'è fiducia in questo”, ha sottolineato Troebinger), mentre lo snowpark dell'Alpe di Siusi diventerà il centro di allenamento della nazionale italiana.

Tripla cancellazione nella giornata odierna per quanto riguarda gli organizzatori italiani: anche San Candido, infatti, ha rinunciato ufficialmente alla propria tappa della Coppa del Mondo di skicross, che andava in scena ininterrottamente da un decennio sulla pista "Baranci".

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social

Approfondimenti

Livigno
Livigno COMPRENSORIO

Livigno

Livigno Carosello 3000 Mottolino
Alpe di Siusi
Alpe di Siusi COMPRENSORIO

Alpe di Siusi

Livigno Carosello 3000 Mottolino Alpe di Siusi