Questo sito contribuisce alla audience de

Da Chenetti a Guadagnini, il bilancio dei tecnici del Comitato Trentino FISI che può sorridere per una grande stagione

Foto di Redazione
Info foto

Stampa FISI Trentino

Eventibilanci

Da Chenetti a Guadagnini, il bilancio dei tecnici del Comitato Trentino FISI che può sorridere per una grande stagione

La realtà guidata dal presidente Tiziano Mellarini ha tracciato la linea sul suo 2023/24, nel corso di un evento andato in scena all'Hotel Villa Madruzzo. Sabato a Lavarone la "Festa dello Sci".

Il presidente del Comitato Trentino FISI, Tiziano Mellarini, assieme ai direttori sportivi Giuseppe “Sepp” Chenetti per l'area nordica e Matteo Guadagnini per lo sci alpino, ha snocciolato i numeri della stagione appena conclusa, presso l'Hotel Villa Madruzzo di Cognola di Trento, anticipando le prime novità verso il 2023/24 nel settore organizzativo e di eventi in programma nel periodo estivo.

Cifre rilevanti, che verranno celebrate con i propri atleti sabato 18 maggio al Centro Congressi di Lavarone in occasione della tradizionale Festa dello Sci, con inizio alle ore 15.00. In quest'anno bisestile dove non erano programmati né campionati mondiali assoluti e neppure le Olimpiadi, gli atleti trentini inseriti in nazionale e i giovani sciatori dei 94 sci club affiliati alla Federsci provinciale si sono comunque distinti a suon di medaglie. Numeri alla mano, sono giunti risultati significativi con medaglie e titoli italiani in 11 delle 12 discipline praticate.

Segnale evidente che il percorso intrapreso dal Comitato Trentino FISI presieduto da Tiziano Mellarini, per far crescere i giovani talenti è indirizzato nella giusta direzione. Poter raccontare un totale di 174 medaglie tricolori e 65 titoli italiani di disciplina e specialità, ma pure 22 atleti convocati per i mondiali giovanili, 6 podi ai mondiali giovanili, 41 podi in Coppa del Mondo, 7 partecipazioni alle Olimpiadi Giovanili in Corea e 19 podi in eventi con validità continentale, è sicuramente un grande motivo d'orgoglio per la Federazione in Trentino che può vantare il palmares più voluminoso considerando ben 13 medaglie ottenute nella storia ai Giochi Olimpici, 49 medaglie ai campionati mondiali assoluti delle varie discipline e ben 86 medaglie centrate nei campionati mondiali giovanili, dal 1933 ad oggi.

Nell'ultima stagione sportiva si sono particolarmente messi in evidenza i tanti giovani trentini, che hanno portato i colori del Trentino ai vertici internazionali e nazionali, come Lisa Moreschini vincitrice della Coppa del Mondo di skialp under 23 e di due medaglie europee, Tommaso Giacomel che è risultato il miglior under 25 in Coppa del Mondo di biathlon, vincendo pure una medaglia ai Mondiali di Nove Mesto, ed ancora i due fiemmesi Bryan Venturini e Giada Delugan, splendidi medagliati agli Youth Olympic Winter Games di Gangwon nella combinata nordica.

Ed ancora la giovanissima Flora Tabanelli, nuova regina mondiale nel freestyle e l'irriducibile Simone Deromedis capace di sfatare il tabù della prima vittoria in Coppa del Mondo di skicross, concedendo pure il bis. Un plauso va poi al campigliano Gianmarco Paci, capace di riscattarsi dopo tante stagioni contrassegnate da infortuni e assoluto protagonista nel Gran Premio Italia Giovani di sci alpino. Vittorie e podi internazionali sono poi giunti nello skiroll da Tommaso Dellagiacoma del Sottozero Nordic Team, vincitore addirittura della Coppa del Mondo generale, quindi nello sci d'erba per merito di Andrea Iori dell'Agonistica Campiglio Val Rendena, laureatosi campione mondiale assoluto e junior, ma pure da Daniele Buio dello Sci club Città di Rovereto che ha vinto una medaglia ai Mondiali, podi e affermazioni anche in Coppa del Mondo.

Sempre in Coppa del Mondo e ai campionati europei, tre top tre nello sci alpinismo per il molvenese del Brenta Team, Federico Nicolini, così come per il vermigliano Davide Magnini, secondo in Coppa del Mondo dopo una stagione difficile. Sempre nello skialp da evidenziare lo straordinario terzo posto di Umberto Ferrazza dello Sporting Campiglio nella Coppa del Mondo Youth di Bormio. Nel momento condiviso con la stampa, Mellarini ha poi anticipato gli appuntamenti agonistici in programma nel periodo estivo e autunnale delle 4 discipline del salto e combinata nordica, skiroll e sci d'erba. Nel dettaglio il calendario estivo FISI in Trentino, in via di definizione, prevede come evento principale di skiroll il ritorno dei campionati mondiali assoluti e junior a settembre in Val di Fiemme, quindi le finali di Coppa Italia a Trento e sul Monte Bondone ad ottobre.

Per lo sci d'erba è previsto un unico appuntamento il 13 e 14 luglio con la tradizionale sfida del circuito Talento Verde a Malga Rivetta, mentre per il salto e combinata nordica fra luglio e ottobre si svolgeranno quattro gare di Coppa Italia e del circuito Nazionale Giovani sui trampolini di Pellizzano e di Predazzo. Il calendario, così come le squadre nazionali, devono ancora essere approvate dalla commissione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
51
Consensi sui social