Questo sito contribuisce alla audience de

Anna Boulygina gareggerà per la Sud Corea! Gli asiatici "fanno la spesa" in vista di Pyeong Chang 2018

Anna Boulygina gareggerà per la Sud Corea! Gli asiatici 'fanno la spesa' in vista di Pyeong Chang 2018
Info foto

Getty Images

BiathlonBiathlon - Sud Corea

Anna Boulygina gareggerà per la Sud Corea! Gli asiatici "fanno la spesa" in vista di Pyeong Chang 2018

Dalla Russia giunge una notizia clamorosa. Anna Boulygina, ora diventata Frolina dopo il matrimonio, cambia nazionalità. Già da questo inverno gareggerà per la Corea del Sud che ha iniziato la "campagna acquisti" verso Pyeong Chang 2018.

"Viktor Ahn è andato in Russia e anche lo snowboarder americano Vic Wild. Loro sono diventati gli atleti più medagliati della Russia nei Giochi di Sochi. Perché questo non può avvenire ancora? In Sud Corea gli atleti russi sono molto rispettati e apprezzati" ha dichiarato Ventzeslav Iliev, capo allenatore della squadra sudcoreana.

Stando a quanto riportato dalla testata sports.ru la trentunenne ha firmato un contratto con la federazione sudcoreana due settimane fa e ora si allena a Tjumen assieme alla squadra asiatica, la quale sta svolgendo uno stage proprio nella città siberiana.

Boulygina, che dovremo abituarci a chiamare Frolina avendo cambiato cognome dopo il matrimonio, compirà 32 anni a gennaio e ha alle spalle una storia piuttosto tormentata.

Da sempre considerata un grande talento sugli sci, purtroppo non supportato da un'adeguata precisione al poligono, iniziò a ottenere risultati di peso una volta trovata una certa stabilità in piazzola. Nella stagione 2008-'09 vinse una gara in Coppa del Mondo (l'inseguimento di Anterselva) e ai successivi Mondiali di Pyeong Chang (curiosamente in Sud Corea) arrivò quarta nella sprint e ottenne l'oro iridato con la staffetta.

L'anno dopo si confermò al top, ma i Giochi olimpici di Vancouver segnarono una svolta negativa per la sua carriera. Dopo aver chiuso quarta la sprint (a pochi decimi dal bronzo) e sesta nell'inseguimento Boulygina venne esclusa dal quartetto per la staffetta (poi vincitrice dell'oro) in quanto ritenuta troppo poco solida al poligono.

Proprio questo episodio, vissuto dall'atleta come un'ingiustizia, rappresentò per lei un brutto colpo psicologico da cui nacquero anche alcune diatribe con la federazione. Da quel momento la siberiana non è più riuscita a ottenere risultati di peso e anzi è finita nell'oblio.

Ora invece l'opportunità di tornare nel biathlon che conta grazie al cambio di passaporto. Stando a quanto riportato da sports.ru, Boulygina-Frolina gareggerà già nell'inverno alle porte. Dovrà tuttavia cominciare dall'Ibu Cup e guadagnarsi una wild card. In campo femminile la Corea del Sud non ha un pettorale assicurato per le prove di Coppa del Mondo.

La veterana però non è il solo acquisto sudcoreano. Anche il ventiduenne Alexander Starodubets, forte di un discreto passato a livello giovanile (ma mai preso in considerazione dalle squadre russe), difenderà i colori del Paese asiatico. Nel suo caso vi sarà la possibilità di presentarsi in Coppa del Mondo non appena guadagnata l'eleggibilità tramite circuito cadetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social