Domenica 19 Novembre, 0:23
Utenti online: 1181
Sapori di Montagna
Maura Riva
Maura Riva
Food Blogger

La polenta: sapori diversi in ogni valle

Valle che vai, polenta che trovi

Nell'immaginario collettivo, quando si pensa ad un pranzo in un rifugio di montagna, la polenta è immancabile. Accompagnata da formaggi, salumi, spezzatini, funghi e arrosti, la polenta è uno dei piatti più semplici della nostra tradizione, diffuso in tutta Italia, ma riconosciuto come uno degli alimenti tipici delle zone montuose. Spesso la immaginiamo così: un camino acceso, un paiolo di rame o di ghisa sul fuoco, un lungo pezzo di legno levigato per girare la polenta energicamente... ma ogni regione, se non ogni valle, ha una sua tradizione e un suo tipo di polenta, realizzata con materie prime differenti e ricette mai identiche

Quando sentiamo la parola polenta, nella nostra mente si forma un'immagine ben chiara: un cibo buono, che scalda, color giallo oro, dalla consistenza più o meno densa. Ma la polenta non è sempre di mais: in Sardegna è fatta con l'orzo, in Toscana con le castagne, in Valtellina il mais incontra il grano saraceno. Questo mix cambia i colori e i sapori della solita polenta, e viene spesso arricchito con burro fuso e formaggio, per creare quella che in Valtellina chiamano polenta taragna. Perfetta come piatto unico ma anche per accompagnare il coniglio arrosto o la cacciagione.

In Val d'Arigna si cucina una polenta ancora più ricca, la polenta cropa: un pugno di farina di mais, un pugno di farina di grano saraceno, un po' di panna che arriva dagli allevamenti in alta quota, patate schiacciate e formaggio di malga. Un piatto unico davvero ricco.

In Lombardia la polenta si prepara anche in modo semplice, con la farina gialla bramata, a grana grossa. C'è chi la taglia ancora calda per immergerla in una tazza di latte o chi preferisce la versione pasticciata, con salsiccia e funghi. Sulle montagne intorno al varesotto la si prepara con i bruscitt, mentre intorno al Lago di Como è servita con i missoltini (agoni essiccati al sole).

In Valle d'Aosta e sulle Alpi piemontesi la polenta è fatta di farina gialla, accompagnata spesso con i formaggi fusi locali. La polenta concia infatti è una polenta grassa, preparata con l'aggiunta di burro e fontina, toma valdostana o formaggio fuso d'alpeggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA