Questo sito contribuisce alla audience de

Le migliori bevande che scaldano l'inverno

Le migliori bevande che scaldano l'inverno
Sapori di Montagna

Le migliori bevande che scaldano l'inverno

Sembra che il freddo stia per arrivare davvero, in questo autunno di temperature anomale... Tutti speriamo in una bella stagione invernale e il freddo è fondamentale. Ma quando siamo sulle piste o intraprendiamo una passeggiata invernale sulle montagne, quali sono le bevande tipiche e più buone che ci permettono di scaldarci e riprendere energie?

Partiamo dal più conosciuto per gli amanti dello sci: il bombardino. Originario della Valtellina, il bombardino ha un'elevata gradazione alcolica, che può essere utile per combattere il freddo in alta quota, e un gusto inconfondibile. A base di zabaione o liquore all'uovo, whisky o brandy, con o senza caffè, il bombardino è una vera e propria bomba di energia in un bicchierino ricoperto di panna montata.

Il vin brulé è semplice da preparare e si può trovare in tutta l'Europa centrale e in molte regioni del Nord Italia, particolarmente nel periodo natalizio. È solitamente preparato con vino rosso, zucchero, spezie e agrumi messi a bollire sul fuoco in un ampio tegame. Esistono molte varianti perfette per chi non gradisce l'alcol: il brulé di mele speziato ad esempio, a base di succo di mela arricchito con zucchero, limone, cannella, chiodi di garofano e arancia.

C'è poi il parampampoli, una bevanda alcolica flambé tipica della Valsugana. La bevanda, servita alla fiamma, prevede l'uso di caffè, grappa, vino, zucchero e miele. Il suo inventore, Giordano Purin, la mise a punto negli anni Cinquanta e oggi è conosciuta in tutto il Trentino.

Impossibile non citare il caffè alla valdostana, una bevanda alcolica con un valore simbolico non indifferente, dato che per tradizione va bevuta dai tutti i commensali attingendo dalla stessa tazza (o da una grolla). Gli ingredienti di questo caffè corretto e alcolico sono: caffè, grappa, genepì, chiodi di garofano e buccia d'arancia.

In numerosi ristori non mancano bevande calde e alcoliche come il punch e il grog, té e tisane sono quasi sempre a disposizione ovunque. Per i golosi, oltre alla cioccolata, il bicerin è la bevanda perfetta: fatta con cioccolato, caffè e fior di latte e diffusa principalmente in Piemonte.

Ognuno ha la sua bevanda preferita per scaldare l'inverno. La vostra qual è?

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
65
Consensi sui social

Ultimi in Turismo

Profumi e sapori dell'Alta Pusteria nella cucina dello chef Markus Auer al Naturhotel Leitlhof

Profumi e sapori dell'Alta Pusteria nella cucina dello chef Markus Auer al Naturhotel Leitlhof

L’inverno porta nella cucina del Naturhotel Leitlhof tutta la bontà delle ricette semplici che nascono dalla ricerca di prodotti locali e dal rispetto della natura. Pasta fatta in casa, come le tagliatelle al cirmolo, o piatti invernali come i ravioli di barbabietola e ricotta affumicata con semi di papavero, ma anche pane di fieno di farina locale e una selezione di formaggi che racconta il lato più genuino e tradizionale dell’Alto Adige.