Venerdì 24 Novembre, 23:28
Utenti online: 1809
Sapori di Montagna
Maura Riva
Maura Riva
Food Blogger

Il gusto dell'alpeggio nei formaggi della tradizione valsassinese

Il gusto dell'alpeggio nei formaggi della tradizione valsassinese

La Valsassina è una valle racchiusa tra le Grigne e le alpi Orobiche, a due passi da Lecco, dove si adagia "quel ramo del lago di Como che volge a mezzogiorno". La valle è attraversata da un lungo torrente, il Pioverna, che nasce in Grigna e va a tuffarsi nel Lario a Bellano, dove forma l'Orrido (una bellissima cascata scavata nella roccia). La flora della Valsassina è caratterizzata da ampi boschi di conifere e latifoglie, intervallati da ampi e verdi pascoli, dove d'estate vengono trasferite le mandrie.

Il punto forte dell'economia valsassinese è la produzione casearia, caratterizzata da una lavorazione tradizionale del latte, che prevede il trasferimento estivo delle mandrie in alpeggio. Preservare la tradizione è uno degli elementi principali che permettono di produrre formaggi di alta qualità.

I formaggi tipici più conosciuti della Valsassina sono il Taleggio (un formaggio quadrangolare, con crosta sottile e caratterizzato da una pasta uniforme e compatta) e la Robiola (che si ottiene dalla tagliata del taleggio, con un'aggiunta di sale e una maturazione differente).

Dal sapore unico sono i formaggi d'alpe, prodotti proprio in questa stagione con il latte degli animali al pascolo. Il latte utilizzato non viene pastorizzato, in questi modo mantiene tutte le sue proprietà organolettiche che lo rendono unico. La tradizione vuole che questo formaggio venga fatto stagionare in vecchie grotte o cantine per circa tre mesi, dove umidità e temperatura rimangono costanti. La produzione secondo la ricetta tradizionale è limitata, ma durante le passeggiate è possibile trovare i produttori in prossimità dei pascoli e acquistare prima di rientrare.

Il formaggio di latteria è invece un formaggio semigrasso, tra i più rinomati della valle. Viene prodotto sia negli alpeggi sia nelle latterie. Probabilmente la sua origine è alpigiana, dove prende il nome di "formaggio di conca", dato che il latte della munta serale viene fatto riposare in conche di rame per essere scremato. A questo latte viene poi aggiunto quello intero del mattino successivo, che permette di produrre un formaggio con una pasta a basso contenuto di grassi.

Per chi ama i formaggi e vorrebbe provare le produzioni tipiche valsassinesi, non è necessario essere in zona per effettuare un acquisto, ora è possibile ricevere il formaggio della Valsassina direttamente a casa propria ordinandolo sul sito http://www.venditaformaggio.it/

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA