Questo sito contribuisce alla audience de

Michela Moioli straordinario oro nello snowboard cross olimpico femminile di PyeongChang!

Michela Moioli straordinario oro nello snowboard cross olimpico femminile di PyeongChang!
Info foto

Getty Images

Snowboard

Michela Moioli straordinario oro nello snowboard cross olimpico femminile di PyeongChang!

Viene ancora dalle nostre grandi donne dello sport la seconda medaglia d’oro italiana nei Giochi di PyeongChang: l’ha conquistato Michela Moioli nello snowboard cross.

La 22enne bergamasca di Alzano Lombardo quattro anni fa era in lacrime per il grave infortunio nella finale dei Giochi di Sochi, oggi, quasi incredula, ha saldato il conto con gli interessi e si porta a casa il primo oro della sua carriera tra Olimpiadi e Mondiali e per l’Italia è il primo oro di sempre nello snowboard. Seconda in qualificazione dietro alla ceca campionessa olimpica uscente Eva Samková, Miky ha dominato il suo quarto di finale e la sua semifinale e poi in finale su un salto nella parte centrale ha letteralmente messo le ali e le sue avversarie da quel momento hanno potuto vederne solo la schiena. Miky era la favorita della vigilia ma è sempre difficile rispettare i pronostici specialmente in una gara come il cross ma questa fantastica ragazza dal sorriso che quando si spalanca è splendido ci è riuscita tagliando il traguardo a braccia alzate.

Argento per la più giovane dello squadrone francese di questa specialità, la 16enne Julia Pereira, bronzo per una felicissima Samková, quarta la statunitense Lindsey Jacobellis, a lungo in testa ma poi sverniciata da Miky e ancora una volta respinta dalle Olimpiadi, lei che ha al collo cinque ori mondiali e uno a cinque cerchi perso da sola per una clamorosa sciocchezza sul penultimo salto della gara di Torino 2006 a favore della svizzera Tanja Frieden, quinta la seconda nella generale di Coppa del Mondo dietro a Miky, la francese Chloé Trespeuch, sesta la bulgara Alexandra Jekova. Nella finale B vince l’altra francese Charlotte Bankes, una da tutto o niente, davanti a Raffaella Brutto, l’azzurra nativa di Genova e trapiantata in Val d’Aosta è così ottava, di gran lunga il suo miglior risultato in tre Olimpiadi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
636
Consensi sui social