Il calendario provvisorio della CdM di SBX: confermate Cervinia e Cortina, tre tappe sono ancora da assegnare

Foto di Redazione
Info foto

Pentaphoto

Snowboardcoppa del mondo 2024/25

Il calendario provvisorio della CdM di SBX: confermate Cervinia e Cortina, tre tappe sono ancora da assegnare

La stagione 2024/25 dello snowboard cross mondiale comincerà a Les Deux Alpes a fine novembre e terminerà in Canada, a Mt. St. Anne, esattamente come lo scorso inverno, poi i Mondiali a Sankt Moritz. A metà dicembre e metà febbraio le due classiche italiane.

Sono stati diramati dalla FIS i calendari provvisori per quanto riguarda la CdM 2024/25 di snowboard cross, che esattamente come lo scorso autunno, scatterà a fine novembre da Les Deux Alpes (dove ci sarà anche la gara a squadre) e terminerà, come ormai tradizione, sulle nevi canadesi di Mt. St. Anne, nel week-end dal 21 al 23 marzo con doppia gara individuale.

Dovrebbero essere una quindicina gli appuntamenti spalmati sulle varie tappe, ma ci sono ancora tre sedi di gara da trovare per quanto riguarda il secondo e terzo week-end di gennaio, il periodo più critico negli ultimi anni dove le pausa sono state lunghissime per gli atleti proprio nel cuore della stagione, oltre a quello del 7-9 febbraio.

Le montagne italiane saranno protagoniste di nuovo con gli eventi di Cervinia (14 dicembre 2024) e Cortina (15 febbraio 2025 con la classica notturna), nel mezzo è certa la tappa in Repubblica Ceca, a Dolni Morava il 24-25 gennaio, prima della conferma di Gudauri, in Georgia tra il 31 gennaio e il 2 febbraio. Tre settimane dopo Cortina, si andrà ancora a Sierra Nevada (7-9 marzo), poi Montafon il week-end successivo, con la storica località austriaca che ha ottenuto definitivamente la nuova collocazione nella fase finale dell'annata e precederà appunto Mt. St. Anne.

I campionati del mondo, nei quali Michela Moioli, tornata sul podio della generale al termine della stagione 2023/24, proverà a sfatare il tabù del titolo iridato, sono previsti proprio in chiusura, dal 26 al 28 marzo sulle nevi di Sankt Moritz.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
123
Consensi sui social