Lunedì 20 Novembre, 5:08
Utenti online: 263
Uscendo dalle piste, verso il freeride e lo scialpinismo
Valentina Graziosi
Valentina Graziosi
Redazione, produzioni video

foto di Alberto Dolfin

Montagna sicura: ecco qualche consiglio per evitare rischi

Tutto lo Swatch Freeride World Tour 2014 by The North Face su Neveitalia

Per tutti gli appassionati di montagna: non importa se la vostra passione è fare gite con le ciaspole, praticare sci alpinismo o sciare in pista, la prudenza non è mai troppa. Ecco un vademecum sulla sicurezza utile per tutti.

 

Cosa può contribuire al distacco di una valanga?

- il comportamento
-la neve fresca
- il vento
- l’inclinazione del pendio
- il rialzo termico

In caso d'incidente cosa fare?

- un intervento tempestivo è fondamentale per la sopravvivenza

-chiama il 118

-inizia l'autosoccorso segnalando in modo preciso il luogo dell'incidente, girare il rilevatore Artva in RICEZIONE, assemblare pala e sonda e iniziare la ricerca; iniziare a scavare e raggiunto il corpo del travolto liberare con le mani prima la testa ed il torace e accertarsi che non siano occluse le cavità respiratorie. 

Sei uno scialpinista?

È indispensabile avere una formazione adeguata per esercitare questa attività: informarsi è fondamentale. Consulta i bollettini nivo-meteorologici almeno 3/4 giorni prima dell’uscita e scegli l’itinerario più sicuro. Se il bollettino indica pericolo di distacco valanghe di grado 2 o 3, sii molto prudente; di grado 4 o 5 rinuncia alla gita. Prima di partire valutane le difficoltà tecniche e prendi informazioni presso gli uffici Guide del posto. Se sei solo lascia sempre detto dove sei diretto, ma fai molta attenzione perchè la gita in solitaria non è MAI consigliabile. Fai attenzione a cosa porti nello zaino: non deve MAI mancare la dotazione di sicurezza. Pala, sonda, Artva, una bussola,  e una cartina possono fare la differenza. Impara a valutare il manto nevoso: sonda il terreno con i bastoncini, se l’inclinazione del pendio sopra i 25° (metà lunghezza bastoncino) potrebbe essere potenzialmente soggetto a distacchi valanga. 

Ami le passeggiate con le ciaspole?

Prima di partire leggi i bollettini nivo-meteorologici dei 3/4 giorni precedenti la gita e scegli l’itinerario più sicuro; se non lo sai leggere, chiedi l’aiuto di un esperto. Se il bollettino indica pericolo di distacco valanghe di grado 4 o 5 rinuncia alla gita. 
Assicurati di aver imparato tutte le procedure di autosoccorso.
Ricorda che chiunque provochi una valanga è passibile di condanna penale. 

Sei uno sciatore freerider? 

Se è tua intenzione fare del fuori-pista chiedi sempre il bollettino nivo-meteorologico. Informati delle condizioni delle piste e del fuori-pista presso i gestori degli impianti di risalita. Rispetta la segnaletica di avvertimento e divieto che incontri durante le discese; non oltrepassare le recinzioni a bordo pista. Sempre MEGLIO utilizzare il casco, anche se non è obbligatorio sopra i 14 anni. Ricordati che se si provoca un incidente in pista e non ci si ferma, si è passibili di condanna per omissione di soccorso.