Sabato 18 Novembre, 11:14
Utenti online: 2027

Conclusi i lavori sul versante sloveno, dopo 3 inverni Sella Nevea torna ad essere un comprensorio transfrontaliero

Dal prossimo inverno gli appassionati di sport invernali del Friuli Venezia Giulia potranno ritornare a sciare sul versante sloveno del Canin. L'annuncio ufficiale è stato reso noto direttamente dal sindaco di Bovec Valter Mlekuz nel corso di un incontro in cui hanno preso parte anche il direttore di Promoturismo FVG Marco Tullio Petrangelo ed il sindaco di Chiusaforte Fabrizio Fuccaro.

Il lavori di ristrutturazione della telecabina che collega la cittadina slovena alla parete sud-est del Canin ferma dal gennaio 2013 per un guasto irreparabile, sono ormai stati ultimati e l'impianto dopo i doverosi collaudi verrà consegnato al comune di Bovec nei primi giorni di settembre.

L'offerta turistica transfrontaliera attiva dal 2008 tornerà così ad essere ripristinata, garantendo agli appassionati la possibilità di sciare su un comprensorio costituito da oltre 20 chilometri di piste.

Il direttore di Promoturismo Petrangelo, nell’occasione, nel far sentire la vicinanza e il sostegno della regione attraverso il messaggio del vice presidente della giunta Sergio Bolzonello, ha sottolineato l’importanza della possibilità di potere proporre il comprensorio sciistico con una offerta globale e comune per garantire competitività sui mercati nazionali ed esteri,

© RIPRODUZIONE RISERVATA