Giovedì 13 Dicembre, 2:52
Utenti online: 263

Funivia Trento-Monte Bondone, Ugo Rossi: "Un investimento necessario"

La Funivia Trento-Monte Bondone sempre nei desideri dei Trentini

In occasione della presentazione del planetario da due milioni di euro che amplierà l’offerta del Museo della Scienza di Trento, l'ex governatore del Trentino-Alto Adige Ugo Rossi spinge per la funivia di collegamento fra Trento e Monte Bondone.

“E’ un’idea programmatica visto che siamo alla fine della legislatura ma sono convinto che il collegamento con il Monte Bondone è un investimento necessario per una maggiore qualità dell’offerta turistica del Trentino della quale si può avvantaggiare la città, ma anche tutta l’asta dell’Adige. Se rieletto, lo metterò senz’altro nel mio programma politico - dice Rossi in una lunga intervista a giornaletrentino.it -. Penso che si debba considerare la valenza di questo collegamento anche da un punto di vista concettuale. Se partiamo dai numeri che riguardano il Muse, con oltre 3 milioni di visitatori e si offre solo anche ad una parte di essi la possibilità di toccare con mano un ambiente naturale straordinario, dopo averlo visto al Museo, si tratta di un valore aggiunto che qualifica l’offerta turistica e aumenta il potenziale numero di turisti.

“È chiaro che si tratta di un investimento che presuppone anche il concorso dei privati, per riqualificare l’offerta commerciale della montagna di Trento, intesa come ristorazione ed animazione, insomma come promozione dei prodotti trentini - continua Rossi -. La Provincia dovrà fare la propria parte, ma si devono stimolare i privati, perché partecipino anche loro a un’opera che rilanci la montagna di Trento non solo in funzione di piste da sci, ma come un ambiente naturale unico”. A proposito del rilancio dell’Hotel Panorama a Sardagna, frazione di Trento sede d’arrivo dell’attuale funivia a circa 600 metri di quota, Rossi precisa: “Si deve ragionare su una riqualificazione snella, senza fissarsi su un hotel, con il rischio di non trovare investimenti privati. La mia idea è quella di una ristorazione di qualità medio alta. Vedrei bene una vetrina per il Trento Doc, sfruttando una posizione così panoramica. Si potrebbe proporre alle famiglie che visitano il Muse, per un pasto con la vista di Trento dall’alto, arrivando in funivia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA