Mercoledì 22 Maggio, 13:45
Utenti online: 514
Claudia Marchini
Claudia Marchini
Collaboratrice

Crans-Montana: il lusso e la semplicità

2008 Plateau

Dal 1° al 3 febbraio 2019 si è svolta a Crans-Montana la seconda edizione della Winter Golf Cup, il primo torneo di golf giocato sulle nevi della Svizzera francese. Dopo il successo della prima edizione, questa seconda edizione ha registrato il tutto esaurito in tutte le 3 giornate della manifestazione: sono stati più di 170 i golfisti amatori e professionisti che si sono sfidati in una magica cornice invernale.

La prima giornata è stata dedicata alla sfida Pro-Am, preceduta da una cena preparata dallo chef stellato Frank Reynaud nel suo Bistrot des Ours (https://pasdelours.ch/fr/restaurants.html); sabato 2 i concorrenti si sono sfidati in un torneo a 4 giocatori (formula 4 palle, vengono tenute buone le 2 migliori) e a seguire hanno dovuto testare la loro capacità in una speciale Skills Team Challenge. Per finire, domenica 3 il torneo si è concluso con una classica sfida tra team composti da 2 giocatori (formula 4 palle, la migliore), seguita da un pranzo a base di raclette.

Un formula particolare e vincente, grazie anche al meraviglioso campo, disegnato da Jack Nicklaus (un ex golfista statunitense, noto anche con il soprannome di "L'orso d'oro", e da molti considerato il più grande giocatore di golf di tutti i tempi). Ma Crans-Montana è davvero un paradiso per i golfisti, dato che può annoverare nientemeno che 4 campi da golf, tra cui spiccano - oltre al già citato 9 buche Jack Nicklaus - il 18 buche disegnato da Severiano Ballestreros (probabilmente il golfista europeo più grande di sempre), sede dell’Omega European Masters e annoverato dalle riviste specializzate come uno dei più belli al mondo, sicuramente anche per il panorama che da qui si può godere. Dalla valle del Rodano (alt. 500 m) al ghiacciaio della Plaine Morte (alt. 3000 m), la regione di Crans-Montana è infatti baciata dal sole e offre una vista mozzafiato sulla corona di cime che si estende dal Breithorn al Monte Bianco, passando per il Weisshorn e il Cervino.

 

2019 Winter Golf credit: Luciano Miglionico

Dunque golf, ristoranti stellati e boutique degne degli Champs-Elysées o della nostra via Montenapoleone. Ma Crans-Montana non è solo lusso, contrariamente a quanto si possa pensare. L’offerta è ampia e comprende Hotel e chalet di lusso, ma anche hotel a 3 e 4 stelle (noi abbiamo alloggiato all’Hotel Central, nella centralissima Place du Marché), alloggi per gruppi, bed&breakfast e persino un ostello per la gioventù.

Con laghi, boschi, ghiacciai e vigne, la regione offre tutto quanto gli amanti della natura possono desiderare. E l’inverno 2018/2019 è pieno di novità davvero interessanti.

A partire dal Rando Parc, 15 nuovi itinerari di sci-alpinismo (blu, rosso e nero) su oltre 40 km di sentieri segnati e messi in sicurezza. Unico al mondo, questo gigantesco trekking park offre un dislivello positivo di oltre 8.000 metri. Adatto tanto ai principianti quanto agli esperti, comprende, in particolare, tre percorsi per principianti e un percorso denominato «La X’trême» (la grande sfida), con 3.000 metri di dislivello positivo e quattro salite. Questi percorsi per le pelli di foca sono stati elaborati in collaborazione con Séverine Pont-Combe, campionessa di sci-alpinismo (https://www.crans-montana.ch/Image/Randoparc_Carte18-19_Final_bd.pdf), per dare la possibilità anche ai neofiti di provare questa disciplina in tutta sicurezza. L’attrezzatura può essere comodamente noleggiata in loco presso il Rando Shop (rue Centrale 8), i cui gentilissimi gestori vi daranno anche i primi rudimenti per poter familiarizzare con sci, scarponi, attacchi e pelli.

Ovviamente, non possiamo dimenticare il domaine skiable: 140 km di piste fino a 3000m di altitudine, tra cui spicca la Mont Lachaux, 650 metri di dislivello che ospiterà il prossimo 23 e 24 febbraio 2 gare di discesa libera e combinata valide per la Coppa del Mondo femminile di sci alpino. Per gli amanti dello snowboard, a Crans-Montana si trova uno dei più bei Snowpark della Svizzera, che si estende su oltre 100.000 m2 e vanta l’unico superpipe olimpionico delle Alpi del Vallese.

Completano l’offerta sportiva percorsi per escursioni con le ciaspole e con gli sci, numerosi circuiti per lo sci di fondo, una grande pista di pattinaggio sul ghiaccio e persino un campo da curling! Per gli amanti delle sensazioni forti invece, l’ultimo nato è lo Chalet Alaïa, vero e proprio tempio degli sport d’azione, che ha aperto le porte proprio questo mese di febbraio. Infrastrutture di qualità elevata, come trampolini, rampe indoor, foam pit, bowl e un magnifico skatepark all’aperto consentono di praticare sport diversi, per tutto l’anno (https://www.alaia.ch/projets/chalet/).

 

Fino al 10 marzo 2019, la località propone un programma completo di attività "dolci" che porta il nome di Grandeur Nature. Tutte gratuite. Ogni giorno della settimana è dedicato ad una disciplina: il lunedì potete passeggiare con gli husky, il mercoledì è il turno del nordic walking mentre il giovedì si ciaspola di giorno e il venerdì al chiaro di luna; il sabato c’è lo yoga e la domenica si viene introdotti allo sci alpinismo sul Rando Parc.

 

Quest’anno, la località ha ottenuto il rinnovo del label “Family Destination” 2019-2021. Infatti, la località soddisfa senza difficoltà le tante condizioni richieste dalla Federazione svizzera del Turismo per il conseguimento del label ”Family Destination” 2019-2021. Fra i rigidi criteri del label si citano, in particolare, le infrastrutture destinate alle famiglie, come i parchi giochi, le aree per picnic e grigliate, i sentieri per passeggiate accessibili ai passeggini o i laghi in cui è possibile fare il bagno. Grande novità di quest’anno 2018-19: Crans-Montana propone ai genitori un servizio di accoglienza dei bambini all’interno del suo nido per i turisti. Concepito secondo la filosofia dell’universo di Bibi, la famosa marmotta mascotte di Crans-Montana, questo nido offre ai bambini, di età compresa fra 2 e 8 anni, diverse animazioni, giochi e attività che, sotto la supervisione di professionisti, si svolgono tanto al chiuso quanto all’aperto.

 

CHEMIN DES LANTERNES

L’ultima novità di cui vi vogliamo parlare è il Chemin des Lanternes: una passeggiata magica, ad accesso gratuito, sul golf Jack Nicklaus, che vi farà ritornare bambini. Alla fine del sentiero, alcuni masi e una scatola dei desideri, pronta per ricevere i vostri sogni più reconditi, vi immergeranno nell'universo del pastore. Non scordate di stampare la fiaba o di ritirarla all'ufficio del turismo. Da tempo immemore, una misteriosa storia si tramanda di generazione in generazione, attraverso i decenni, per far sognare grandi e piccoli. Si narra che, una sera di dicembre, in altitudine a Crans-Montana, un pastore che non aveva altra compagnia se non i suoi animali e le stelle, sia partito alla ricerca di Blanche, la sua amata capra. Dopo ore di fatica, sfidando la neve, il vento glaciale e la notte, fu abbagliato da una forte luce alla fine della quale lo aspettava una strana sagoma venuta dal cielo...Trovate il racconto completo del pastore e della stella Bella Lui a questo link:  https://issuu.com/cransmontanatourisme/docs/il_pastore_e_la_stella_bellalui

 

Come recita il motto della stazione: Crans-Montana? Absolutely!

© RIPRODUZIONE RISERVATA