Martedì 12 Novembre, 9:32
Utenti online: 27
Michela Caré
Michela Caré
Giornalista

foto di michela

Dolomiti Superski, le novità e i futuri progetti a Cortina d'Ampezzo

tofana Freccia Nel Cielo

Cortina d’Ampezzo per l’inverno 2020 presenterà come novità la cabinovia “Freccia nel Cielo” ad agganciamento automatico con 50 veicoli a 10 posti e con stazione intermedia a Colfiere. L’impianto potrà trasportare fino a un massimo di 1800 persone all’ora per un tragitto di 2168 metri e un dislivello di 556 metri. Sarà rinnovata anche la stazione a valle con zona bar e un nuovo ufficio skipass.

È previsto pure il completamento delle piste “Olympia”, “Vertigine”, “Druscié A e B” in vista della finale di Coppa del Mondo 2020. Verrà allargato lo skiweg “Rumerlo-Druscié” che collega le due nuove aree traguardo dei Campionati del Mondo e verrà allargata anche la pista di collegamento “Stries” che è la pista di rientro dell’area sciistica delle Tofane.

I primi di settembre è stato inoltre approvato il progetto di collegamento funiviario tra Pocol e Cinque Torri, una delle opere che fanno parte del terzo livello del Piano di infrastrutture previsto per i Mondiali.

Per la realizzazione dell’impianto è previsto un investimento di circa 18 milioni di euro. La cabinovia, che collegherà Son dei Prade con Bai de Dones, sarà a 8 posti e potrà trasportare 1100 persone all’ora.  

Saranno in tutto 70 cabine ed è prevista anche una stazione intermedia. L’impianto dovrebbe essere pronto per dicembre 2020 e sarà funzionante per i Mondiali di Cortina 2021.

© RIPRODUZIONE RISERVATA