Questo sito contribuisce alla audience de

Stagione record, al Gran Sasso si cercano volontari spalaneve per liberare il Rifugio Franchetti

Campo Imperatore
Info foto

lucaspecial

Appennini

Stagione record, al Gran Sasso si cercano volontari spalaneve per liberare il Rifugio Franchetti

A.A.A. cercasi esperti di montagna invernale e ben equipaggiati per liberare il rifugio sommerso fino al colmo dalle nevicate di questo eccezionale inverno: il singolare annuncio arriva direttamente dall'Abruzzo. 

Il Franchetti, il rifugio incastonato nel versante teramano tra il Corno Grande e il Corno Piccolo, a più alta quota del Gran Sasso, è infatti alla ricerca di personale volontario disposto a collaborare per liberarlo dall'ancora consistente manto nevoso. "Sabato 25 e domenica 26 aprile - si legge in una nota diffusa sulla pagina ufficiale Facebook del Rifugio - abbiamo bisogno di tutti per disseppellire il rifugio Franchetti, quindi ecco lo SPALA-PARTY per liberare il rifugio sommerso fino al colmo del tetto dalle nevicate di questo eccezionale inverno. Venite in tanti e portate la pala allora, ma solo se siete esperti di montagna invernale e ben equipaggiati (piccozza e ramponi, o sci da alpinismo se potete): non è una gita sociale - ci tengono a precisare gli organizzatori - (bisognerà lavorare sodo) e ognuno si organizzi in autonomia per salire al rifugio. Noi saliremo con la prima cabinovia alle 8.30 di sabato e batteremo traccia fino al rifugio e poi scenderemo domenica nel primo pomeriggio; al Passo delle Scalette c'è già una corda fissa per sicurezza. Chi vuole dormire su sabato notte ci faccia sapere per il posto (3332324474). Chi non può sabato e vuole raggiungerci domenica ci trova su e si continua a scavare insieme. L'obiettivo - concludono - è liberare le finestre e i pannelli solari, che sono sotto metri di neve!Ovviamente i volontari saranno ricompensati esclusivamente in natura: cibo e vino per tutti!".

Come prevedibile, il tam tam mediatico ha scatenato la curiosità e la voglia di partecipazione di molti frequentatori del massiccio montuoso più alto degli Appennini continentali e del Rifugio dedicato alla memoria delll'alpinista barone Carlo Franchetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social