Questo sito contribuisce alla audience de

Che impresa di Eydallin e Antonioli! L'Adamello Ski Raid parla italiano, terze Compagnoni e Veronese

Foto di Redazione
Info foto

Pentaphoto

Sci Alpinismostagione 2022/23

Che impresa di Eydallin e Antonioli! L'Adamello Ski Raid parla italiano, terze Compagnoni e Veronese

La coppia azzurra trionfa nella gara di Pontedilegno-Tonale valevole per i campionati del mondo di skialp su lunghe distanze. In campo femminile imbattibili Harrop e Gachet-Mollaret, ma arriva un altro podio per la nazionale.

Una vittoria di grandissimo peso, quella che Matteo Eydallin e Robert Antonioli regalano all'Italia dello sci alpinismo in una giornata da sogno sulle nevi dell'Adamello Ski Raid.

La classicissima nel comprensorio di Pontedilegno-Tonale era uno degli appuntamenti più attesi della stagione, visto che c'era in palio il titolo mondiale a coppie sulle lunghe distanze: il binomio azzurro ha dominato davanti ai francesi Jacquemod-Equy, regolati in maniera netta dopo oltre 4 ore di gara così come l'altra coppia transalpina che ha chiuso al terzo posto, con Bon Mardion e Gachet. E al quarto posto ecco Alex Oberbacher e Federico Nicolini a completare la festa della nazionale che ha ottenuto un podio pure con le ragazze.

Non con le donne più attese, ovvero Giulia Murada e Alba De Silvestro costrette al ritiro, ma con Giulia Compagnoni e Ilaria Veronese, terze alle spalle delle imbattibili Emily Harrop e Axelle Gachet-Mollaret, che aprono la doppietta francese con Lena e Candice Bonnel d'argento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
55
Consensi sui social

Pi├╣ letti in Sport invernali

Il C.O. di Milano Cortina 2026 porta nelle scuole superiori l'organizzazione dei grandi eventi sportivi

Il C.O. di Milano Cortina 2026 porta nelle scuole superiori l'organizzazione dei grandi eventi sportivi

Roma, 22 maggio 2023 - Il Comitato Organizzatore dei Giochi invernali di Milano Cortina 2026 aderisce al programma nazionale di PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento) con l’obiettivo di far conoscere agli studenti e alle studentesse degli ultimi tre anni delle scuole superiori la realta╠Ç dell’organizzazione degli eventi sportivi di rilevanza internazionale.