Questo sito contribuisce alla audience de

Da Bjoerndalen a Hirscher, in 17 mesi l'addio di 9 campionissimi degli sport invernali: i loro numeri fanno paura...

Da Bjoerndalen a Hirscher, in 17 mesi l'addio di 9 campionissimi degli sport invernali: i loro numeri fanno paura...
Personaggila storia

Da Bjoerndalen a Hirscher, in 17 mesi l'addio di 9 campionissimi degli sport invernali: i loro numeri fanno paura...

La bellezza di 33 ori olimpici, 86 titoli mondiali e 29 Coppe del Mondo assolute. Dallo sci al biathlon, passando per il fondo.

Negli ultimi 17 mesi, gli sport invernali hanno perso nove campionissimi delle rispettive discipline, per una serie di ritiri dall'agonismo che raramente possiamo ricordare nella storia per il livello dei protagonisti.

La stagione post olimpica era già stata devastante in tal senso, con il primo della lista di addii che risponde al nome di un certo Ole Einar Bjoerndalen: il campione più vincente nella storia del biathlon ha lasciato con 8 ori olimpici al collo, 20 titoli mondiali e 6 Coppe del Mondo, annunciando il ritiro il 3 aprile 2018.

Tre giorni più tardi, la Norvegia perde anche la regina del fondo, con il saluto di Marit Bjoergen dopo aver conquistato 8 titoli olimpici, 18 mondiali e 4 sfere di cristallo assolute; in quella settimana incredibile per gli sport invernali, il 9 aprile 2018 annuncia l'addio anche un altro biathleta formidabile come Emil Hegle Svendsen, con in tasca 4 ori olimpici, 12 titoli mondiali e 1 Coppa del Mondo.

In piena estate (era il 25 giugno) ecco il ritiro di Darya Domracheva, vincitrice di 4 titoli olimpici, 2 mondiali e 1 Coppa del Mondo, mentre ha atteso sino al 12 dicembre 2018 per salutare definitivamente la compagnia un grande del fondo come Petter Northug; nella bacheca del norvegese, 2 ori olimpici, 13 titoli mondiali e 2 Coppe del Mondo.

Si arriva poi alla stagione 2018/19, con due stelle assolute dello sci alpino che lasciano nel migliore dei modi, ovvero dopo aver concluso sul podio le rispettive discese libere ai campionati del mondo di Are: il 9 febbraio 2019 è Aksel Lund Svindal ad appendere gli sci al chiodo, sfiorando nell'ultima gara della carriera, per 2 centesimi, quello che sarebbe stato il suo sesto oro iridato, dopo aver già conquistato 2 titoli olimpici e 2 Coppe del Mondo. Ventiquattr'ore più tardi, con il bronzo al collo, si chiude la carriera di Lindsey Vonn, 1 oro olimpico, 2 mondiali e 4 Coppe del Mondo (e aggiungiamoci le 82 vittorie in singole gare del circuito).

Il 19 maggio scorso, dice basta a soli 25 anni Laura Dahlmeier, che nel giro di pochi anni ha vinto tutto nel mondo del biathlon, con 2 ori olimpici, 7 mondiali e 1 Coppa del Mondo. Infine, il 4 settembre l'annuncio atteso da Marcel Hirscher, che saluta il circo bianco con i 2 ori olimpici di PyeongChang, i 7 titoli mondiali e 8 Coppe del Mondo, conquistate una dietro l'altra dal 2012 al 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
328
Consensi sui social