Domenica 20 Gennaio, 15:51
Utenti online: 3005
Max Valle
Max Valle
Giornalista professionista

foto di Getty Images

Aliona Savchenko sfata il tab¨ olimpico vincendo l'artistico a coppie con Bruno Massot

Aliona Savchenko sfata il tab¨ olimpico vincendo l'artistico a coppie con Bruno Massot

Il riepilogo delle altre gare di girnata. Nell’artistico a coppie del pattinaggio di figura arriva finalmente il tanto sospirato oro olimpico per Aliona Savchenko.

La pattinatrice, ucraina di nascita che gareggia dal 2003 per la Germania, col suo partner precedente Robin Szolkowy era stata cinque volte campionessa del mondo e quattro d’Europa e quattro volte vincitrice della finale del Grand Prix ma ai Giochi non era andata al di là di due bronzi nelle ultime due edizioni, oltre al sesto posto di Torino 2006. Dopo i vittoriosi Mondiali del 2014 i due si erano separati e dal 2015 ha potuto gareggiare col suo nuovo partner, il francese Bruno Massot, sempre sotto i colori tedeschi.

Nella notte italiana i due hanno pattinato un programma libero che è stato giudicato il più bello di sempre: i due hanno migliorato il record mondiale di questo segmento di gara che già apparteneva loro, da 157,25 punti a 159,31, e con 235,90, pur non migliorando il loro personale nel punteggio hanno rimontato dalla quarta posizione del programma corto fino all’oro beffando i cinesi Sui Wenjing e Han Cong che invece il loro punteggio totale l’hanno migliorato ma si sono fermati a 235,47 e si sono dovuti accontentare dell’argento.

Il bronzo con 230,15 punti è andato ai canadesi Meaga Duhamel ed Eric Duhamel, argento quattro anni fa, quarti coloro che erano secondi dopo il corto, i russi Evgeniya Tarasova e Vladimir Morozov. Bellissima la gara delle due coppie azzurre, che hanno entrambe migliorato i loro punteggi in entrambi i segmenti di gara, e ovviamente anche in quello finale: Valentina Marchei e Ondřej Hotárek si sono piazzati sesti con 216,59 punti, Nicole Della Monica e Matteo Guarise decimi 202,74, nella storia delle Olimpiadi una sola coppia italiana dell’artistico era arrivata tra le top ten, quella formata da Anna ed Ercole Cattaneo, nona nel 1936.

La staffetta, che ha chiuso il programma dello slittino, è stata vinta come ampiamente prevedibile dalla Germania composta da Natalie Geisenberger, Johannes Ludwig (il papà di Felix Loch, Norbert, direttore tecnico dei tedeschi, lo ha escluso dopo il “suicidio” nel singolo!), Tobias Wendl e Tobias Arlt, battuti di 355 millesimi i canadesi Alex Gough, Sam Edney, Tristan Walker e Justin Snith, e di 471 gli austriaci Madeleine Egle, David Gleirscher, Peter Penz e Georg Fischler. Quinti a 105 millesimi dal podio gli azzurri Andrea Vötter, Dominik Fischnaller, Ivan Nagler e Fabian Malleier. Infine nel curling maschile una grande Italia ha vinto la seconda partita su tre battendo gli Stati Uniti per 10-9.

Twitter: @aquila1968

ę RIPRODUZIONE RISERVATA