Questo sito contribuisce alla audience de

Pechino 2022: Roeiseland va per il back to back nell'Inseguimento, Wierer c’è per una medaglia

Pechino 2022: Roeiseland va per il back to back nell’Inseguimento femminile, Wierer c’è per una medaglia
BiathlonPechino 2022

Pechino 2022: Roeiseland va per il back to back nell'Inseguimento, Wierer c’è per una medaglia

Si parte alle 10.00 con la fuoriclasse norvegese davanti a tutte e lanciata verso un’altra medaglia d'oro. Tre le azzurre al via, ma gli occhi saranno tutti puntati su Dorothea Wierer, che dopo la Sprint avrà un'altra chance di medaglia.

Numeri alla mano la favorita indiscussa per il titolo olimpico nell’Inseguimento femminile è lei: Marte Roeiseland. Domina sugli sci, concede poco e nulla al poligono ed è in uno stato psicofisico idilliaco. Il vantaggio sarà di oltre un errore (+31”) su Elvira Oeberg, la prima delle inseguitrici. In carriera la norvegese vanta sette successi nel format, ma cinque di essi sono arrivati nelle ultime sei prove disputate tra la fine della scorsa stagione e l’inizio di questa.

Verrebbe da dire che può perdere solo lei questa gara, ma le condizioni di vento e neve potrebbero essere più insidiose rispetto ai giorni scorsi. L’obiettivo resta quello della quarta medaglia su quattro gare a Pechino 2022 e di eguagliare Laura Dahlmeier, che a Pyeongchang 2018 realizzò la doppietta Sprint-Inseguimento.

Qui il live timing IBU!

Qui la lista di partenza!

Dorothea Wierer, dopo il fantastico bronzo nella Sprint, si gioca un’altra possibilità di medaglia nel format che le ha regalato il titolo mondiale ad Anterselva 2020. Quello è l’ultimo podio dell’azzurra in un Inseguimento. Partirà con 37” da Roeiseland ma con Oeberg nel mirino. Dovrà però guardarsi le spalle da Hauser (+47”), Tandrevold (+1’00”) e Reztsova (+1’05”). Proveranno a rimontare anche Eckhoff, 11a a 1’16”, Alimbekava, Hanna Oeberg ed Herrmann, che invece pagano oltre un minuto e mezzo dalla testa. Per l’Italia ci saranno anche Lisa Vittozzi, 35a a 2’25”, con l’obiettivo di qualificazione alla Mass (molto difficile) e Samuela Comola 57a a 2’46”. Non si è invece qualificata Federica Sanfilippo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
24
Consensi sui social