Questo sito contribuisce alla audience de

Kurt Ladstätter a NeveItalia: "Rent and Go punto di riferimento in Italia per il noleggio di qualità"

Kurt Ladstätter a NeveItalia: 'Rent and Go ha saputo affermarsi come riferimento in Italia per il noleggio di qualità'
TurismoIntervista

Kurt Ladstätter a NeveItalia: "Rent and Go punto di riferimento in Italia per il noleggio di qualità"

Abbiamo incontrato Kurt Ladstätter, il responsabile dei noleggi Rent and Go, un vero fiore all’occhiello delle nostre stazioni sciistiche e certamente protagonisti della forte crescita che ha avuto il fenomeno del noleggio tra gli sciatori italiani.

Non  possiamo non iniziare l’intervista parlando dell’argomento del momento. In questo periodo il Coronavirus ha indotto un grande timore nella popolazione, ci sono state numerose disdette anche in montagna soprattutto evidenziate dal mondo dagli albergatori.  Rent and go ha lanciato in questi giorni un post molto popolare che sicuramente invita gli sciatori ad andare a sciare. Qual è il suo pensiero sulla questione?
Penso che in montagna e in generale sulle piste da sci ci siano probabilità inferiori di prendere il virus che in citta.  Gran parte delle situazioni di contagio che sono state raccontate dai media si riferiscono all’ambiente cittadino. Non ho notizia di casi di Coronavirus nelle località sciistiche e neanche nelle immediate vicinanze.  La montagna è sempre stata sinonimo di salute e penso che anche in questa occasione sia così.

Ci racconta come è nato il progetto Rent and Go?
“L’ideatore è stato Erwin Stricker, ex atleta e sciatore della Valanga Azzurra negli anni ’60. Nel 1993 ha ideato il noleggio di qualità perchè aveva notato che la gente sempre di più preferiva noleggiare gli sci anziché comprarli, non trovando però servizi di livello elevato. I produttori di allora consideravano il noleggio una sorta di scarto di magazzino mentre Stricker nell’ambiente che frequentava in Svizzera  si era accorto che c’era una necessità di noleggio di prodotti di qualità. Da questa idea è nata la nostra società”.

Oggi nei noleggi Rent And Go non troviamo quindi solo gli sci “da noleggio” ma gli stessi prodotti che si trovano nei negozi?
Rent and go ha nel DNA di essere una piattaforma che comprende tutti i prodotti presenti sul mercato, dagli sci per principianti ai Race Carve e di tutte le principali marche.
Qualche azienda ci ha proposto in passato di diventare una sorta di “Noleggio monomarca” ma pensiamo che questa non sia la strada giusta.  Chi entra in un centro Rent And Go deve poter avere la scelta e magari può anche trovare l’attrezzo giusto e in seguito decidere di acquistarlo.
Ci teniamo molto ad essere liberi, neutri e proporre tutto quello che c’è sul mercato.

In questo periodo dell’anno addirittura avete già la possibilità di offrire in anteprima ai vostri clienti gli sci 2020/2021?
E’ esatto, è una nostra prerogativa dopo l’ISPO di Monaco, quindi già ad inizio Febbraio, di cercare di offrire in gran parte dei nostri centri la possibilità di testare gli sci della prossima stagione.

Degli sci della prossima stagione c’è qualcosa che avete trovato più interessante?
Ci sono delle piccole rivoluzioni quest’anno nel settore dello sci. Dal punto di vista della tecnologia mi sembra interessante il nuovo meccanismo sviluppato da Head per contenere le vibrazioni. Altri produttori hanno puntato più sulle novità nelle sciancrature, altri sulla struttura. 

Quale è il modello organizzativo della vostra catena? I negozi sono di proprietà di Rent and Go?
La rete è nata come un sistema di Franchising. Ad ogni negozio aderente forniamo una serie di servizi e chiediamo di aderire a degli standard di qualità e di livello di servizio.   Ad ogni negozio che entra a far parte di Rent And Go garantiamo l’esclusiva nel suo comprensorio sciistico, sia che siano Affiliati o negozi con un contratto più esteso.    Ci sono dei casi di località in cui non abbiamo trovato un negozio locale che rispondesse ai nostri requisiti e in quei casi abbiamo deciso di aprire direttamente un punto noleggio come Rent and Go, ma si tratta di eccezioni.

Ogni noleggio nella maggior parte dei casi è quindi una realtà imprenditoriale a se stante, ma ci sono dei vincoli che richiedete per aderire al network?
Assolutamente si, se il negozio partner vuole utilizzare il nostro marchio Rent and Go ci teniamo che il servizio che offre all’utente finale sia di alto livello.  E’ possibile che alcuni punti vendita abbiano una maggiore presenza di alcuni brand piuttosto che altri, ma tutti gli sci noleggiati nella nostra catena devono essere sempre preparati ad ogni utilizzo e il servizio anche del personale deve essere sempre di alto livello.   Un meccanismo che utilizziamo da 20 anni per mantenere il livello di qualità elevata è il “mistery check” .  Chiediamo a delle persone fidate di noleggiare le attrezzature nei nostri centri e di inviarci un report su tutti gli aspetti, livello dei consigli, livello dell’attrezzatura, cortesia, ecc.   In questo modo riusciamo a garantire sempre uno standard elevato del servizio.

#RENTANDGO
© RIPRODUZIONE RISERVATA
709
Consensi sui social