Mercoledì 22 Novembre, 8:35
Utenti online: 902
Angelo Bonorino
Angelo Bonorino

foto di FB Funivie Folgarida Marilleva

Importanti appoggi alla cordata che ha acquisito la gestione di Funivie Folgarida Marilleva

Un misterioso offerente italiano si aggiudica l'asta per Funivie Folgarida Marilleva

Arrivano importanti sostegni alla cordata trentina che all’inizio di agosto si è aggiudicata la gestione delle Funivie Folgarida Marilleva.

All’operazione della cordata, che fa capo a Funivie Campiglio, ha aderito, tra le altre, la società Trentino Sviluppo SpA, appartenente alla provincia autonoma di Trento, l’acquisizione ha avuto un costo complessivo di 53 milioni, 23 messi da Funivie Campiglio, 21, ma questo si sapeva già, da Trentino Sviluppo, di cui 11 come prestito obbligazionario e 10 come prestito obbligazionario convertibile, 5 da Val Di Sole Group e 4 da finanziatori privati.

Il progetto prevede l’acquisto del pacchetto azionario delle società funiviarie Valli e Funivie Folgarida Marilleva, inoltre verrà anche sviluppato il progetto di riqualificazione e rilancio del demanio sciistico con la prospettiva di arrivare, entro il 2021, alla costituzione di una società unica derivante dalla fusione di Funivie Madonna di Campiglio e le società funiviarie della Val di Sole.

Un significativo supporto a Funivie Campiglio e ai suoi progetti arriva dalla Südtiroler Sparkasse, la Cassa di Risparmio di Bolzano. La banca ha concluso con la società sciistica, che ha appena festeggiato i 70 anni dalla fondazione e approvato il bilancio con ricavi in crescita e un utile record, un’importante operazione di finanziamento di 25 milioni di euro. Ecco le dichiarazioni di soddisfazione rilasciate a lavocedeltrentino.it dai rappresentanti della società sciistica e della banca.

“L’acquisto di Folgarida-Marilleva non costituisce soltanto un investimento in un comprensorio che copre due vallate - dice il presidente di Funivie Campiglio Sergio Collini -. Si tratta di un grande progetto con nuove prospettive di sviluppo di una struttura al servizio del territorio che porteremo avanti con grande impegno. Siamo molto soddisfatti di questa importante collaborazione tra la nostra società funiviaria e la Sparkasse che è riuscita ad aggiudicarsi questa operazione anche grazie alla professionalità dimostrata ed all’importante valore aggiunto offerto.”

“Come banca del territorio, è nostro obiettivo dare sostegno all’economia locale, in questo caso in particolare al settore turistico-alberghiero, d’importanza strategica per il Trentino - dicono il presidente e il vice presidente di Sparkasse Gerhard Brandstätter e Carlo Costa -. Siamo fortemente convinti della bontà dei progetti di sviluppo per il comprensorio, portati avanti da Funivie Madonna di Campiglio, di cui potrà beneficiare tutta la comunità.”

“La nostra banca vanta una particolare esperienza in questo settore - dice l’amministratore delegato e direttore generale di Sparkasse Nicola Calabrò -. Siamo convinti che i vertici di Funivie Madonna di Campiglio abbiano considerato quale elemento qualificante il nostro ruolo come specialista.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA