Questo sito contribuisce alla audience de

Mondiali Allround: Kramer prepara la festa. Sábliková davanti a Wüst. Giovannini ottimo 5° nel ranking parziale

Mondiali Allround: Kramer prepara la festa. Sábliková davanti a Wüst. Giovannini ottimo 5° nel ranking parziale
Info foto

Getty Images

Speed Skating - Mondiali Allround a Berlino

Mondiali Allround: Kramer prepara la festa. Sábliková davanti a Wüst. Giovannini ottimo 5° nel ranking parziale

Allo Sportforum Hohenschönhausen di Berlino si sono aperti quest’oggi i Mondiali Allround di speed skating. Dopo la prima giornata di gare sul ghiaccio tedesco - con la disputa dei 500 metri per ambo i sessi, dei 3000 per le donne e dei 5000 maschili, sono arrivati alcuni colpi di scena importanti, unitamente alle pronosticabili leadership parziali per i favoriti della vigilia e campioni in carica: Sven Kramer e Martina Sábliková.

Per ora comandano loro nel ranking parziale. Il primo si avvia verso l’ottavo titolo iridato e ha già distanziato di oltre 8 decimi il suo principale antagonista Jan Blokhuijsen. La ceca (in copertina) è per ora in testa alla graduatoria femminile per soli 10 centesimi di punto e comanda l’avvincente supersfida con l’olandese Ireen Wüst. Al maschile, per vari motivi, sono andati ko l’argento del 2015 Denis Yuskov e il belga favorito per una medaglia Bart Swings.

Tra i quattro skaters italiani agli ordini del c.t. Maurizio Marchetto, i colori azzurri si trovano in ottima posizione nel ranking parziale grazie al trentino Andrea Giovannini. Il talento originario di Baselga di Piné è per ora tra i migliori concorrenti al maschile. L’italiano ha chiuso il suo sabato in quinta posizione – a 2,65 punti dal norvegese Lunde Pedersen - dopo aver disputato 500 e 5000 metri. Posizione che potrebbe valergli l’accesso ai 10mila metri di domani, che chiuderanno la due giorni di gare in Germania. Così gli altri italiani dopo le prime due prove: Nicola Tumolero è 15°, Michele Malfatti 21°, mentre Francesca Lollobrigida si trova in ventesima piazza. Il tutto in attesa delle ultime due distanze di domani i 1500 e i 5000/10000 metri.

La gara d’apertura del weekend iridato - i 500 metri maschili - se l’è aggiudicata il russo Denis Yuskov. Il 26enne argento un anno fa nella classifica generale fa sua la prova d’esordio in 35’’84. Il vicecampione in carica dell’edizione 2015 ha la meglio sul norvegese Håvard Bøkko (36’’18) e sul polacco Konrad Niedzwiedzki (36’’24). I due oranje Blokhuijsen e Kramer sono classificati rispettivamente sesto e nono a 62 e 70 centesimi da Yuskov.

Andrea Giovannini aveva già iniziato subito col piede giusto il suo Mondiale ottenendo un buon 36’’79 nella distanza sprint – la più ostica per le sue caratteristiche -, mancando il suo personal best per soli 22 centesimi. Il finanziere pinetano è 12esimo – a pari merito con Sverre Lunde Pedersen, terzo nel ranking provvisorio allround - nella graduatoria finale dei 500 metri. Si migliorano invece entrambi gli esordienti azzurri nella manifestazione “completa”. Nicola Tumolero chiude in 37’’12 – abbassando di 7 centesimi il suo miglior timing in carriera – e si piazza 19°. Bene anche Michele Malfatti, autore di 38’’07, bravo a migliorarsi di ben 73 centesimi.

Sono i 5000 metri, seconda prova della giornata odierna, a lanciare Andrea Giovannini verso le zone nobili della classifica generale. Il 22enne trentino, impegnato nell’ottava coppia sul ghiaccio sulle dodici in totale, copre i 5 km in 6’25’’70 che gli regalano la settima posizione. Un crono diviso così nei parziali lungo i 12 giri e mezzo di gara: 19’’ netti al via, 29’’6, 30’’6, 30’’6, 30’’2, 30’’4, 30’’5, 30’’6, 30’’5, 30’’7, 30’’8, 30’’9, 30’’9. Il tempo totale dell’azzurro rappresenta la sua sesta miglior performance realizzata in carriera. Ben si disimpegna anche Nicola Tumolero: il poliziotto di Roana (Vicenza) chiude la sua prova in 6’33’’50 ed è decimo. Positivo anche Michele Malfatti, 16esimo (su 22 atleti classificati nei 5000) in 6’36’’46.

Da segnalare la defezione di Denis Yuskov, che poche ore prima aveva vinto i 500 metri. Il numero uno della Russia a Berlino ha dato forfeit nei 5000 a causa di alcuni problemi fisici al ginocchio e all’inguine per cui aveva preannunciato la sua possibile prova a mezzo servizio in questi Campionati. Il russo dopo aver costatato il suo stato di salute ha deciso di non forzare disputando le distanze più lunghe, a cominciare dai 5mila. Vittima “sul” ghiaccio berlinese è invece il belga Bart Swings – papabile uomo da podio finale -, che cade, si rialza e finisce col tempo altissimo di 6’56’’40 – verrà poi messo fuori classifica dai giudici - dicendo così ufficialmente addio ai sogni di medaglia: Swings infatti fu già bronzo nel 2013 e quarto nel 2015. La prima posizione è tutta del favorito numero uno dei Mondiali – nonché sette volte iridato in carriera – Sven Kramer. Il fuoriclasse olandese chiude la sua prova in 6’14’’13 mettendo le mani sull’iride sin dal primo giorno di gare. Dietro di lui terminano il norvegese Sverre Lunde Pedersen (6’16’’89) e l’altro oranje Jan Blokhuijsen (6’17’’80), che anticipa per poco più di due secondi il canadese Ted-Jan Bloemen.

Equilibratissima, come da pronostico della vigilia, la lotta per il titolo femminile. Per ora guida Martina Sábliková, campionessa uscente, tallonata da Ireen Wüst. Ma il concorso riservato alle donne era iniziato con una storica tripletta per il Giappone nei 500 metri. Nell’ordine d’arrivo Miho Takagi (38’’93) ha preceduto Misaki Oshigiri e Ayaka Kikuchi, staccate rispettivamente di 2 e 41 centesimi dalla vincitrice. La Wüst si è dovuta fermare al quarto posto con 39’’41 davanti alla connazionale Antoinette de Jong (39’’44) e alla Sábliková (39’’59). L’unica azzurra iscritta, Francesca Lollobrigida, si è piazzata 21^ e quartultima. La romana ha completato la sua prova in 40’’55, a 55 centesimi dal suo primato personale sulla distanza realizzato ai Mondiali 2015 di Calgary.

I 3000 metri sono stati vinti proprio dalla campionessa uscente Sábliková, che ha dato il segnale più chiaro possibile in chiave-titolo. L’esperta e plurititolata atleta della Repubblica Ceca ha messo tutte le altre concorrenti in fila sui 7 giri e mezzo di gara, terminando la sua prova con un velocissimo 3’58’’11. La star di originaria di Žďár nad Sázavou precede una Wüst competitiva al massimo, ottima seconda con 3’59’’43. Ben più dietro le altre concorrenti, tutte abbondantemente oltre il muro dei 4 minuti: dall’oranje Antoinette de Jong (4’02’’88) alla russa Natalya Voronina (4’04’’98), fino alla terza olandese Linda de Vries (4’05’’61). La vincitrice dei 500 metri Miho Takagi chiude decima. Più indietro la romana Francesca Lollobrigida, che si classifica 18esima col tempo finale di 4’14’’60. Un crono negli standard stagionali – senza particolari acuti – della 25enne dell’Aeronautica Militare.

Appuntamento a domani, 6 marzo con i 1500 metri (uomini e donne), i 10mila maschili e i 5000 femminili. Al termine saranno premiati la campionessa e il campione mondiale allround 2016. Le gare inizieranno dalle ore 13:30.

Clicca qui per consultare il programma dettagliato, le start list e i risultati completi dei Mondiali Allround 2016. Ricordiamo che la prima giornata di gare sarà visibile in differita tv su Eurosport 2 dalle ore 23:00 di sabato 5 marzo.

 

CLASSIFICA GENERALE MASCHILE (PRIME POSIZIONI E ITALIANII, DOPO DUE DELLE QUATTRO PROVE IN PROGRAMMA)

1. Sven KRAMER (NED) 73.953 punti
2. Jan BLOKHUIJSEN (NED) 74.240
3. Sverre LUNDE PEDERSEN (NOR) 74.479
4. Håvard BØKKO (NOR) 74.977
5. Andrea GIOVANNINI (ITA) 75.360
6. Simen SPIELER NIELSEN (NOR) 75.492
7. Ted-Jan BLOEMEN (CAN) 75.664
8. Alexis CONTIN (FRA) 75.690
9. Haralds SILOVS (LAT) 75.751
10. Konrad NIEDZWIEDZKI (POL) 75.827
….
15. Nicola TUMOLERO (ITA) 76.470
21. Michele MALFATTI (ITA) 77.716

CLASSIFICA GENERALE FEMMINILE (PRIME POSIZIONI E ITALIANI, DOPO DUE DELLE QUATTRO PROVE IN PROGRAMMA)
1. Martina Sábliková (CZE) 79.305 punti
2. Ireen Wüst (NED) 79.315
3. Antoinette DE JONG (NED) 79.920
4. Misaki OSHIGIRI (JPN) 80.253
5. Miho TAKAGI (JPN) 80.436
6. Linda DE VRIES (NED) 80.775
7. Natalya VORONINA (RUS) 80.880
8. Ayaka KIKUCHI (JPN) 81.131
9. Ida NJÅTUN (NOR) 81.195
10. Yuliya SKOKOVA (RUS) 81.493
….
20. Francesca LOLLOBRIGIDA (ITA) 82.983

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social

Campionati Mondiali Allround di speed skating - Berlino, Germania