Venerdì 19 Aprile, 18:43
Utenti online: 571
Alessandro Genuzio
Alessandro Genuzio

foto di Jürgen Waßmuth / FIL Luge

Fischnaller secondo nella gara lotteria di Koenigssee

Fischnaller secondo nella gara lotteria di Koenigssee

Sotto una fitta nevicata che ne ha fortemente condizionato l'esito finale, è arrivato a Koenigssee il secondo podio stagionale per la nazionale italiana di slittino su pista artificiale.

Nella gara maschile odierna, disputata sulla distanza di un'unica manche a causa della mancanza di visibilità, l'azzurro Dominik Fischnaller ha infatti centrato il secondo posto a soli 20 millesimi dal vincitore, l'austriaco Reinhard Egger. Per il quasi ventiseienne Carabiniere di Maranza si tratta di una piccola beffa perchè senza la piccola sbavatura commessa sulla parte finale della pista sarebbe potuto tornare al successo a distanza di quasi un'anno dalla sua ultima affermazione in Coppa del Mondo. Soltando dodicesimo l'altro azzurro in gara Kevin Fischnaller che non è riuscito a trovare la quadra su una pista molto rallentata dalla neve fresca.

La fitta nevicata, Fischnaller a parte, ha ridimensionato i valori in campo regalando a molti comprimari grandi soddisfazioni e relegando i big del circuito alle posizioni di rincalzo. Lo stesso vincitore Reinhard Egger che sta comunque disputando la migliore stagione della carriera ha infatti ottenuto il primo successo nel massimo circuito delle slitte, e pure il terzo classificato il tedesco Sebastian Bley (classe 1995) ha centrato la gara delle vita salendo per la prima volta sul podio in Coppa del Mondo.

Tra gli abituali protagonisti della serie si è "salvato" solamente il russo Repilov che ha chiuso in quinta posizione guadagnando punti importanti nella lotta alla Sfera di Cristallo che è divenuta sempre più accesa. Il decimo posto odierno di Felix Loch, l'undicesimo di Wolfgang Kindl e soprattutto il ventesimo del leader della classifica generale Johannes Ludwig hanno accorciato ulteriormente la graduatoria, col Ludwig che ora guida con sole 28 lunghezze di vantaggio su Repilov, 37 su Kindl, 43 su Loch e 52 su Egger.

La neve ha fortemente condizionato anche la gara femminile disputata nella giornata di sabato. Il successo, il secondo della carriera, è andato alla giovanissima tedesca Julia Taubitz unica delle big dello squadrone teutonico a salvare la Germania da una grandissima debacle. La quasi ventitreenne originaria di Annaberg è riuscita a difendersi nella prima discesa chiudendo in sesta posizione, poi nella seconda run ha fatto la differenza stampando il miglior tempo di manche agguantando il primo posto e soprattutto il settimo podio in altrettante gare disputate, portandosi a soli 17 punti dalla leadership di Coppa del Mondo. Niente male per una ragazza cresciuta nell'ombra delle tre blasonatissime compagne di nazionale Geisenberger, Hufner e Eitberger.

Seconda posizione per la statunitense Summer Britcher staccata di 420 millesimi dalla vetta, terza la sorprendente figlia d'Arte Hannah Prock che ha approfittato del mal tempo per salire per la prima volta sul podio in Coppa del Mondo. Brutto incidente invece per l'altra figlia d'Arte Victoria Demtchenko, che rovesciandosci nel tratto conclusivo della prima manche ha riportato diverse contusioni su tutto il corpo.

Taubitz a parte, la gara di Koenigssee è stata un'autentica Caporetto per la nazionale tedesca, con la fuoriclasse Natalie Geisenberger solamente ottava, Dajana Eitberger quattordicesima e Tatjana Huefner quindicesima. In Casa Italia si archiva il decimo posto di Andrea Voetter e il tredicesimo di Sandra Robatscher.

Poche sorprese tra i doppi dove, Eggert-Benecken hanno nuovamente dettato legge sulla pista di casa degli eterni rivali Wendl-Arlt. Il sodalizio della Turingia ha chiuso la partita sin dalla prima discesa dove ha rifilato oltre 3 decimi ai propri connazionali. Terza posizione per i "soliti" Steu-Koller che agguantano il quinto podio stagionale, mantenendo il secondo posto nella classifica generale seppur ora in coabitazione con Wendl-Arlt a 109 lunghezze di ritardo dai leader Eggert-Benecken.

In chiave azzurra si registra il sesto posto di Rieder-Rastner, noni dopo la prima tornata, decimi i giovanissimi Ivan Nagler e Fabian Malleier che hanno pregiudicato il quinto posto della loro prima manche con una non brillante seconda discesa. Dodicesimi invece, Emanuel Rieder e Simon Kainzwaldner.

Infine, seconda vittoria consecutiva per la Germania nel team relay. I teutonici Julia Taubitz, Sebastian Bley e Eggert-Benecken non hanno avuto rivali, chiudendo con 2 decimi esatti di vantaggio sull'Austria, mentre la terza piazza è andata agli Stati Uniti. Soltanto ottava l'Italia.

Il prossimo appuntamento con la Coppa del Mondo di slittino è in programma tra 7 giorni sulla pista di Sigulda in Lettonia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA