Questo sito contribuisce alla audience de

Matthew Antoine e Savannah Graybill sono i nuovi campioni americani di skeleton

Matthew Antoine e Savannah Graybill sono i nuovi campioni americani di skeleton
Info foto

Getty Images

SkeletonSkeleton - Campionati Nazionali

Matthew Antoine e Savannah Graybill sono i nuovi campioni americani di skeleton

Lo scorso fine settimana a Lake Placid si sono disputati i campionati nazionali americani di skeleton. Contrariamente alle altre federazioni l’associazione statunitense Us Bobsled and Skeleton ha organizzato l’evento nazionale al meglio delle quattro manche seguendo il regolamento dei Campionati Mondiali e delle Olimpiadi.

In campo maschile netta supremazia del favorito numero uno della vigilia Matthew Antoine, che ha strappato in tutte e quattro le manche in programma i migliori riferimenti cronometrici, ottenendo inoltre nell’ultima run il nuovo record della pista dello stato di New York . Il bronzo olimpico di Sochi, conclude con un meritato trionfo una stagione indimenticabile che oltre alla gioia olimpica gli ha regalato anche il primo successo in Coppa del Mondo. Antoine ha preceduto di 3 secondi e 38 centesimi il venticinquenne Michael Rogals e di 3 secondi e 68 un deludente Kyle Tress.  

“Ogni volta che scendo in pista mi metto sempre in gioco -  ha dichiarato il vincitore al termine della competizione all’ufficio stampa della propria federazione a stelle – cerco sempre di dare il massimo perchè so che si può sempre migliorare. Secondo i miei allenatori questo è l’atteggiamento giusto per affrontare le gare ed è per questo che in questa stagione sono arrivati questi risultati.”

Antoine ora guarda al futuro con grandi ambizioni, “In questo momento la stagione è ufficialmente finita e avrò un po’ di tempo per rilassarmi a casa. Comunque ho già fissato gli obiettivi da raggiungere nel prossimo quadriennio. Vorrei conquistare la Coppa del Mondo, un trofeo che premia l’atleta più forte e capace di essere competitivo in ogni pista ed in ogni situazione. Ovvio che da qui al 2018 potranno accadere molte cose ma io cercherò sempre di rimanere concentrato nell’obiettivo principale ovvero puntare ad un miglioramento continuo.”

Nella gara femminile, caratterizzata dall’assenza delle big Noelle Pikus-Pace e Katie Uhlaender, la grande protagonista è stata Savannah Graybill. La venticinquenne originaria di Denver ha rifilato oltre 4 secondi a Samantha Culiver conquistando così il suo primo titolo nazionale della carriera. Il podio è stato completato dalla ventiquattrenne Sherri Emery che grazie ad un’ottima quarta discesa ha preceduto di soli 4 centesimi la rivale Morgan Tracey.

2
Consensi sui social