Questo sito contribuisce alla audience de

Katie Uhlaender apre con una doppietta l'Intercontinental Cup di skeleton

Katie Uhlaender apre con una doppietta l'Intercontinental Cup di skeleton
Info foto

Getty Images

SkeletonSkeleton - Intercontinental Cup

Katie Uhlaender apre con una doppietta l'Intercontinental Cup di skeleton

Negli ultimi due giorni a Lake Placid sono andate in scena le prime due competizioni dell'Intercontinental Cup, la seconda serie internazionale dello skeleton che si snoda lungo i principali budelli di tutto il mondo.

Come sovente accade anche quest'anno in queste prime gare del circuito cadetto hanno preso parte alcuni protagonisti della più prestigiosa Coppa del Mondo, che sono ripartiti dall'Intercontinental Cup dopo aver fallito i trails di selezione delle rispettive nazionali.

Nella due giorni di Lake Placid l'assoluta protagonista è stata senza ombra di dubbio Katie Uhlaender. La trentunenne americana rientrata in attività dopo un anno di stop resosi necessario per recuperare da un vecchio infortunio alla caviglia, si è presentata ai nastri di partenza del primo appuntamento con una grande rabbia nel corpo figlia della mancata qualificazione nel squadra statunitense di Coppa del Mondo. 

La campionessa del mondo 2012 e vincitrice di due Sfere di Cristallo ha iniziato la stagione col botto, conquistando subito due importanti vittorie. In gara 1 Uhlaender ha preceduto di 19 centesimi la tedesca Anna Fernstaedt brava a rimontare dal quinto posto parziale, e di 31 centesimi la connazionale Savannah Graybill altra eccellente esclusa dal team a stelle e strisce di Coppa del Mondo. Nella seconda competizione Katie ha invece prevalso sulla compagna di squadra Megan Henry e sulla veterana canadese Lanette Prediger.

In ambito maschile doppia vittoria tedesca con Alexander Gassner e Martin Rosenberger che si sono alternati al primo e al secondo posto nelle due competizioni in programma. Nella prima prova disputata su un'unica manche ha trionfato l'esperto Gassner che ha tagliato il traguardo con 26 centesimi di vantaggio sul più giovane compagno di squadra. Il giorno seguente invece è stato Rosenberger a ruggire, rifilando al rivale lo stesso distacco subito nella gara precedente. In entrambe le prove si è piazzato al terzo posto l'americano Kyle Brown che non è mai stato in grado di avvicinarsi ai primi due della graduatoria. Prestazioni sottotono invece per il giovane Killian Von Schleinitz dal quale ci si aspettava qualcosa di più di un sesto ed un quarto posto, lui che fino a poche settimane fa era in piena lotta per l'ultimo slot nella squadra teutonica di Coppa del Mondo.

Contrariamente da quanto annunciato dalla FISI, l'Italia non ha schierato alcun alteta in questo primo weekend di Intercontinental Cup, evidentemente l'ufficio stampa della federazione ha confuso la seconda serie internazionale con quella di North America Cup andata in scena una settimana fa, che invece ha visto al via il quarantunenne italo-americano Nicholas Rettenmyer.

Il prossimo appuntamento con la seconda serie internazionale dello skeleton è in programma tra due settimane sul budello di Whistler.

USBF IBSFSLIDING #ICC #LAKEPLACID #UHLAENDER
© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social