Questo sito contribuisce alla audience de

L'iridata dei 500 mt dello short track, Lara van Ruijven, è ricoverata in gravissime condizioni

Foto di Redazione
Info foto

Getty Images

Short Trackil dramma

L'iridata dei 500 mt dello short track, Lara van Ruijven, è ricoverata in gravissime condizioni

La campionessa olandese soffre di un disturbo autoimmune, con gravi complicazioni sorte negli ultimi giorni. Lotta tra la vita e la morte all'ospedale di Perpignan.

Il mondo dello short track prega per Lara van Ruijven. La campionessa del mondo in carica dei 500 mt, è infatti ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale di Perpignan, dove lotta tra la vita e la morte come segnala il collega Massimiliano Ambesi, rilanciando la notizia di insidethegames.biz, e vari portali neerlandesi.

La 27enne già bronzo olimpico in staffetta a PyeongChang, nonché vincitrice di 5 ori europei, si trovava in allenamento sui Pirenei orientali, a Fort Romeu, assieme ad alcuni compagni di nazionale; il ricovero in ospedale della scorsa settimana è dovuto ad un disturbo autoimmune, con gravi complicazioni emerse che hanno portato ad indurre il coma farmacologico per la campionessa del ghiaccio, in terapia intensiva dopo aver subito due interventi chirurgici.

Condizioni gravi ma stabili, come ha confermato il tecnico della nazionale, Jeroen Otter: “Lara sta combattendo per la sua vita, preghiamo che possa farcela”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
290
Consensi sui social

Si parla ancora di Short Track

Short Track

Short Track: Arianna Fontana sul podio nei 500 metri anche a Debrecen

Massimo Brignolo, Lunedì 22 Novembre 2021
Short Track

A Nagoya splende ancora Arianna Fontana. Sorpresa Confortola nei 1500 metri

Massimo Brignolo, Lunedì 1 Novembre 2021

Ultimi in Sport invernali

Sala... c'è! Ecco i sette azzurri per i Giochi di Pechino, il brianzolo è dentro e Casse escluso

Sala... c'è! Ecco i sette azzurri per i Giochi di Pechino, il brianzolo è dentro e Casse escluso

Al termine dello slalom di Schladming, la decisione ufficiale sui convocati per le Olimpiadi, con Paris, Innerhofer, Marsaglia, Razzoli, Vinatzer e De Aliprandini a completare il team. Tommy, 7° sulla Planai: Un'altra bella prestazione. Alex, 5°: Gara che mi dà fiducia in ottica cinque cerchi.