Questo sito contribuisce alla audience de

In Turchia doppia qualificazione per Fontana e Viviani. Avanzano entrambe le staffette

In Turchia doppia qualificazione per Fontana e Viviani. Avanzano entrambe le staffette
Info foto

Getty Images

Short Track - CdM a Erzurum (Turchia)

In Turchia doppia qualificazione per Fontana e Viviani. Avanzano entrambe le staffette

Donne italiane sugli scudi nella giornata inaugurale dell’ultima tappa di Coppa del Mondo. La città turca di Erzurum, dove lo short track ha fatto il suo esordio assoluto, sembra essere – almeno dopo il venerdì dedicato alle batterie di qualificazione – particolarmente fortunata alle ragazze agli ordini dal c.t. Kenan Gouadec. Già, perché nelle cinque fasi precedenti di questa World Cup, mai si erano viste così tante italiane avanzare direttamente nel tabellone principale. In Turchia saranno ben sei le presenze gara già certe di proseguire il proprio percorso.

Due volte con la formidabile Arianna Fontana alla ricerca di nuovi podi, altrettante con una positiva Elena Viviani, e una a testa con Lucia Peretti – nei 1500 metri – e Arianna Valcepina, nei 500. Oltre a questo, procede spedito il cammino della staffetta che a Dresda è stata d’argento.

Meno positivo – ma non senza buoni spunti - il venerdì gli uomini, almeno rispetto alla ben più brillante prestazione globale del team femminile. I pattinatori nostrani avanzano solo in due occasioni in gare individuali. Prima con Tommaso Dotti che si qualifica direttamente per le fasi finali dei 1000 metri (prima serie). Poi, in chiusura di pomeriggio, Yuri Confortola lo imita sulla stessa distanza, ma nella seconda serie. Gli altri dovranno tutti passare dai ripescaggi. Molto meglio la staffetta, capace di passare il turno eliminando il forte Canada e mantenendo vive le speranze di guadagnare il pass per i Mondiali di marzo a Mosca.

Di seguito ripercorriamo nel dettaglio e cronologicamente la giornata di qualificazioni per l’Italia dello short track alla Yenisehir Ice Arena di Erzurum.

Nei 1000 metri femminili (prima serie) va avanti Elena Viviani, terza e ripescata dalla sua veloce batteria e qualificata per i quarti di finale di domani. La 22enne bronzo olimpico in staffetta eguaglia il miglior risultato stagionale sulla distanza, ottenuto all’esordio a Salt Lake City. Negli Usa fu tredicesima e potrà puntare a migliorare quel piazzamento. Federica Tombolato, invece, non supera lo scoglio-batterie giungendo quarta nella gara vinta da Tao Jiaying.

Nessun problema per Arianna Fontana nei 1500. La valtellinese si qualifica per le semifinali con il miglior tempo in assoluto: 2’31’’963. La caccia al terzo podio stagionale – dopo un secondo e un terzo posto – dopo la squalifica in Finale A della settimana scorsa, può dunque proseguire. Domani, in semifinale partirà con i galloni di possibile atleta da medaglia. Al sesto tentativo stagionale sulla distanza, anche Lucia Peretti trova la qualificazione in semifinale, per la bormina si tratterà della seconda qualifica stagionale sulla distanza. Manca l’en plein azzurro perché ad Arianna Valcepina non basta il quarto posto per raggiungere il risultato di Fontana e Peretti. La 20enne finanziera lotta, ma subisce il sorpasso della canadese Maltais – vincitrice poi davanti a Liu e Kim – a due giri dall’arrivo. L’azzurra proverà l’assalto al tabellone principale nei ripescaggi di domattina.

I 500 metri premiano ancora una volta il buon venerdì di qualifiche per Elena Viviani, seconda e qualificata per i quarti di finale dopo la batteria vinta dall’esperta coreana Jeon Ji-Soo. Passa il turno anche Arianna Valcepina, seconda e contenta alle spalle della cinese Lin Yue. Vedremo le due azzurre in azione nei quarti di domenica pomeriggio.

Seconda serie dei 1000 metri che sorride ampiamente alla Fontana, al primo impegno stagionale – di Coppa – sulla distanza. La 24enne stella della Nazionale italiana vince agevolmente la sua batteria trovando lo spunto decisivo al penultimo giro. Primo posto in 1’37’’316 davanti alla britannica Gilmartin. Eliminata Lucia Peretti quinta e ultima nella batteria vinta dalla 16enne coreana Choi Minjeong, campionessa 2015 sui 1500 e in lotta per il titolo generale anche nei 1000.

Una delle certezze dell’Italia sul ghiaccio torna ad essere la staffetta femminile. Il quartetto azzurro va avanti nelle batterie e si qualifica nuovamente per le semifinali di domani, quando se la vedrà con Canada, Russia e Ungheria. Una formalità o quasi il primo turno di Arianna Fontana, Elena Viviani, Arianna Valcepina e Federica Tombolato che si trovavano di fronte le canadesi – che avevano battuto le azzurre nella finalissima di Dresda – e la Polonia. Le quattro frecce italiane si qualificano con il secondo tempo – 4’11’’81 - dietro le nordamericane prime per soli 20 centesimi. Terze ed eliminate le polacche.

Nei 1000 metri maschili (prima serie), Tommaso Dotti è l’unico azzurro qualificatosi per i quarti di finale in programma domani. Il milanese sfrutta il terzo tempo nella sua batteria – alle spalle di Charles Hamelin e Shi Jingnan – e ottiene il terzo e ultimo tempo utile di ripescaggio. Con questa qualifica Dotti migliora già la sua migliore prestazione – in Cina fu 24esimo - sulla distanza in stagione. Fuori al secondo turno preliminare, invece, Andrea Cassinelli. Mentre il terzo italiano in gara, Massimo Gurini viene eliminato dopo la sua prima corsa.

Nessun azzurro prenderà parte – a meno che non superino i turni di ripescaggio – alle semifinali dei 1500 metri. Davide Viscardi, Nicola Rodigari e Yuri Confortola sfiorano tutti il passaggio di turno – riservato ai primi due di ognuna delle sette batterie – e si fermano tutti al terzo posto. Distacchi minimi per il terzetto italiano. Dai rispettivi avversari hanno mancato la qualifica in distacchi compresi tra i 9 centesimi di Rodigari ai 20 di Viscardi.

Dopo essere avanzato nella prima serie dei 1000, non riesce il due su due a Tommaso Dotti. Il portacolori 21enne delle Fiamme Oro si è fermato al quarto posto nel secondo preliminare dei 500 metri, anticipato nell’ordine da Semen Elistratov – in piena lotta per il titolo -, Shi Jingnan e Richard Shoebridge, che hanno conquistato l’accesso diretto ai quarti di domenica. Il secondo italiano in gara, Andrea Cassinelli, esce di scena al primo turno. Entrambi proveranno il rientro nel tabellone principale prendendo parte ai ripescaggi nella mattinata di domenica.

I 1000 (seconda serie) premiano un italiano sui tre allo start. Viscardi e Gurini vanno ko subito nei Preliminari. Yuri Confortola si è ritrovato nella morsa dei campioni, ma è riuscito a uscirne con una qualifica in tasca. Nella successiva batteria ha dovuto vedersela col bicampione olimpico sulla distanza – 2006 e 2014 - Victor An e con Lee Jung-Su, oro a Vancouver 2010. Il bormino è stato ripescato come ultimo tra i migliori terzi e sarà al via nei quarti di finale di domenica. Da segnalare, in una giornata fino ad allora senza colpi di scena – perlomeno tra i favoriti -, la clamorosa squalifica subìta dal leader sulla distanza Sjinkie Knegt. L’olandese perde così i punti e sarà costretto a giocarsi tutto nella prima serie di domani, nella quale fronteggerà i rivali principali per il titolo Elistratov e Hamelin. Ma a questo punto, il favorito principale è il coreano Sin Da Woon, avanzato in tutte e due le serie. Avrà a disposizione un doppio serbatoio di punti.

In chiusura arriva il sorriso, e l’accesso alle semifinali, anche per la staffetta maschile impegnata nella difficilissima batteria contro Canada, Corea e la più debole Turchia. Gli azzurri Rodigari, Confortola, Viscardi e Dotti per qualificarsi– e sperare così ancora nel pass per i Mondiali – dovevano finire tra le prime due o finire tra le terze classificate col tempo più veloce. Al via con il riferimento precedente della Francia – terza nella batteria precedente in 6’52’’060 – gli italiani fanno l’andatura per rendere veloci i 5000 metri. Mossa tattica giusta, perché i ritmi sono quelli giusti. Ma gli azzurri non si limitano a controllare e duellano anche con i coreani – vittoriosi in 6’48’’925 – e precedono col crono di 6’51’’ netti il Canada. Il secondo posto garantisce agli azzurri il passaggio di turno senza guardare il tempo. I canadesi invece sono fuori. L’Italia disputerà la sua semifinale contro Corea, Russia e Kazakistan.

Per consultare i risultati completi della prima giornata, avere informazioni sugli orari e sulle presenze degli italiani in gara, clicca qui. Ricordiamo inoltre che sarà possibile seguire la diretta streaming della manifestazione dalle ore 12:30. Basterà collegarsi al seguente link: http://livemanager.eurovision.edgesuite.net/isu/index.html

© RIPRODUZIONE RISERVATA
2
Consensi sui social

Coppa del mondo di short track - Erzurum, Turchia

Short Track - CdM a Erzurum (Turchia)

Arianna Fontana lascia ancora il segno. Nell'ultima tappa di Coppa vince anche i 1000

Domenica 15 Febbraio 2015
Short Track - CdM a Erzurum (Turchia)

In Turchia doppia qualificazione per Fontana e Viviani. Avanzano entrambe le staffette

Venerdì 13 Febbraio 2015