Questo sito contribuisce alla audience de

A Shanghai primo podio stagionale in casa azzurra: bronzo della staffetta femminile

A Shanghai primo podio stagionale in casa azzurra: bronzo della staffetta femminile
Short Track

A Shanghai primo podio stagionale in casa azzurra: bronzo della staffetta femminile

Arianna Fontana, Lucia Peretti, Martina Valcepina ed Elena Viviani. Questi i nomi delle quattro pattinatrici azzurre che hanno regalato all'Italia il primo podio stagionale nella Coppa del Mondo di short track.

All'Oriental Sports Center, l'Italia ha conquistato il bronzo nella staffetta femminile, alle spalle dei due colossi asiatici: Corea del Sud e Cina. Un risultato che dà ancora più valore al convincente weekend della Nazionale guidata da Eric Bédard e Kenan Gouadec, soprattutto in campo femminile, come dimostra anche il quarto posto della Fontana sui 1000 metri, distanza a lei solitamente indigesta, alle spalle delle tre pattinatrici dell'Estremo Oriente: oro e argento alle coreane Shim Suk Hee e Kim Alang, bronzo alla cinese Li Jianrou.

Ai quarti di finale si era fermata, invece, la rincorsa di Martina Valcepina ed Elena Viviani, brave comunque a confermarsi tra le prime sedici al mondo della distanza. Un quartetto completato alla perfezione da un'ottima Lucia Peretti, rientrata ormai in pianta stabile nel giro della squadra azzurra. Venerdì le quattro atlete valtellinesi si erano già tolte la soddisfazione di realizzare il nuovo record italiano in 4'08"113.

Anche la squadra maschile sembra aver ritrovato lo smalto dei giorni migliori, cominciando la sua risalita verso il vertice del movimento. Lo dimostra il terzo posto nella finale B della staffetta, settimo complessivo, ottenuto in staffetta (Nicola Rodigari, Yuri Confortola, Anthony Lobello, Tommaso Dotti). Rimanere tra i primi otto anche nelle tappe europee Torino (7-11 novembre) e Kolomna (14-17 novembre), valide come qualifiche olimpiche, significherebbe staccare il biglietto per Sochi. Là davanti, intanto, vincono un po' a sorpresa gli Stati Uniti, trascinati da J.R. Celski, precedendo Corea e Canada.

Nei 1000 metri italiani, privi di italiani nelle fasi finali, è arrivato il secondo acuto in due giorni di Charles Hamelin. Il fuoriclasse canadese, già vincitore nei 500 e secondo nei 1500 di ieri, ha avuto la meglio sull'olandese Niels Kerstholt e il coreano Lee Han-Bin, candidandosi così al ruolo di stella dell'Olimpiade del prossimo febbraio. Il prossimo weekend (3-6 ottobre) si torna in pista per la seconda tappa asiatica a Seul (Corea del Sud).

3
Consensi sui social

Approfondimenti

Foto Gallery

Short Track World Cup 2013- 2014 - Shanghai 26-29 sept 2013 (Getty Images)

9 foto, ultima del Venerdì 4 Ottobre 2013