Questo sito contribuisce alla audience de

Sci di fondo: Martin Sundby ai saluti, gareggerà solamente nelle Granfondo

Sci di fondo: Martin Sundby ai saluti, gareggerà solamente nelle Granfondo
Info foto

Getty Images

Sci Nordicoritiri

Sci di fondo: Martin Sundby ai saluti, gareggerà solamente nelle Granfondo

Il trentaseienne norvegese, che aveva disputato l'ultima gara della carriera ai Mondiali di Oberstdorf, ha confermato il suo addio alla Coppa del Mondo, Mondiali e Olimpiadi. Tuttavia la sua carriera agonistica proseguirà sulle lunghe distanze.

Una notizia che dall'ambiente norvegese filtrava già da parecchio tempo: Martin Sundby ha deciso di terminare il suo viaggio in Coppa del Mondo. 

Per il classe '84, nativo di Oslo, si chiude una carriera iniziata il 13 marzo 2005, quando disputò, senza giungere al traguardo, la 50 km di Oslo. I problemi cronici alla schiena hanno limitato il suo rendimento in questi ultimi anni, costringendolo a ridurre notevolmente i carichi di lavoro e a disputare il minor numero di gare possibili (in questa stagione ha preso parte soltanto alla 15 km in skating iridata).

La notizia del suo ritiro è stata data venerdì,  nel corso dell'ultima puntata del documentario sulla sua vita, trasmesso dall'emittente norvegese NRK. "Il mio fisico non mi permette più di ottenere risultati con continuità, anche se la gara di mondiale di Oberstdorf mi ha fatto in parte riconsiderare la mia decisione: per questo motivo gareggerò sulle lunghe distanze, dove serve meno esplosività e la mia schiena non sarebbe troppo sollecitata." - ha affermato il campione norvegese nel documentario biografico, dove si è detto molto orgoglioso di quanto raccolto nel corso della sua carriera.

Martin Sundby ha vinto ben tre volte la Coppa del Mondo di sci di fondo (2014, 2016 e 2017), un record che pochi atleti possono vantare. Trentatré vittorie (di cui diciannove individuali) e ventinove podi (venticinque individuali) sono lo specchio di una grandissima carriera, iniziata proprio sulle nevi della sua Oslo. Risultati di rilievo sono arrivati anche nei grandi eventi: ben quattordici medaglie tra Mondiali e Olimpiadi. Ai Giochi di Pyeonchang 2018 fu oro nella team sprint e nella staffetta e argento nella skiathlon, a Sochi 2014 bronzo sempre nella skiathlon, mentre a Vancouver 2010 fu argento nella staffetta. A livello iridato, nel suo palmarès troviamo quattro ori, di cui tre conquistati in staffetta (Oslo 2011, Lahti 2017 e Seefeld 2019), oltre a quello della 15 km di Seefeld 2019; tre argenti, di cui due negli inseguimenti di Val di Fiemme 2013 e Lahti 2017, dove conquistò la stessa medaglia anche nella 15 km; due bronzi (15 km Oslo 2011 ed inseguimento Seefeld 2019).

La Norvegia e la Coppa del Mondo di sci di fondo perdono un campione, sicuramente uno degli atleti più vincenti dell'ultimo decennio insieme al connazionale Petter Northug, con il quale ha condiviso tante gioie nelle staffette olimpiche e mondiali. Fortunatamente la sua classe si potrà ammirare ancora nelle gare sulle lunghe distanze alle quali prenderà parte, perchè un atleta del genere fa parte della storia dello sci di fondo.

#SUNDBY #NORVEGIA #SCIDIFONDO
© RIPRODUZIONE RISERVATA
196
Consensi sui social