Questo sito contribuisce alla audience de

Pellegrino vuole il tris a Davos una nazionale da battaglia per le gare in tecnica libera: via sabato con le sprint

Pellegrino vuole il tris a Davos n'Italia da battaglia per le gare in tecnica libera: via sabato con le sprint
Info foto

Getty Images

Sci Nordicocoppa del mondo

Pellegrino vuole il tris a Davos una nazionale da battaglia per le gare in tecnica libera: via sabato con le sprint

Il valdostano per tornare a vincere in uno dei suoi luoghi magici (successi nel 2014-2015 e cinque podi complessivi): sarà super sfida con Klaebo.

La rinuncia al week-end di Lillehammer per arrivare al meglio in occasione di una delle tappe più importanti della stagione azzurra.

La nazionale che si presenta a Davos per il terzo appuntamento della Coppa del Mondo 2019/2020, con le sprint in tecnica libera programmate sabato e una 10 km femminile e una 15 km maschile, sempre in passo pattinato, che si disputeranno domenica, lo fa con un team al gran completo per puntare al bersaglio grosso e quantomeno al primo podio stagionale.

Nella sprint femminile ci saranno Greta Laurent e Lucia Scardoni, protagoniste a Ruka in qualifica prima di uscire nei quarti di finale, oltre a Francesca Franchi; la gara maschile di sabato vedrà invece Federico Pellegrino guidare i suoi, forte di una condizione già ottima e di precedenti favorevolissimi a Davos, tracciato che il campione valdostano ama particolarmente, con cinque podi complessivi ottenuti e due vittorie, nel dicembre 2014 e 12 mesi più tardi.

Certo, ora c'è un Klaebo straordinario sulla sua strada, ma il duello in una sprint di questo tipo potrà essere totale: con “Chicco”, in gara anche Francesco De Fabiani, Stefan Zelger, Michael Hellweger, Stefano Dellagiacoma e Davide Graz.

Domenica le distance, con la squadra femminile composta da Elisa Brocard, Caterina Ganz, Francesca Franchi, Ilaria Debertolis e Sara Pellegrini, mentre il quintetto maschile sarà formato da Francesco De Fabiani, Giandomenico Salvadori, Stefan Zelger, Paolo Fanton e Lorenzo Romano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
27
Consensi sui social