Questo sito contribuisce alla audience de

Salto con gli sci: Lindvik chiude con il botto a Planica, a Kobayashi la Coppa del Mondo

Salto con gli sci: Lindvik chiude con il botto a Planica, a Kobayashi la Coppa del Mondo
Sci NordicoCoppa del Mondo

Salto con gli sci: Lindvik chiude con il botto a Planica, a Kobayashi la Coppa del Mondo

La giornata dei verdetti a Planica: Kobayashi mette in bacheca la seconda sfera di cristallo della carriera. La coppa del mondo di volo parla invece sloveno, con Jelar a precedere Zajc. Vittoria di giornata per un grandissimo Marius Lindvik, che vola oltre i 245.5 m e trionfa davanti a Sato Yukiya e Peter Prevc.

Spettacolo doveva essere e spettacolo è stato nella gara conclusiva della stagione nel tripudio di Planica. Giornata alla fine con qualche ombra per la squadra di casa che centra il podio con Peter Prevc, terzo, ma non ripete il grandissimo risultato di venerdì, perdendo così la sfida con l'Austria nella corsa alla classifica per nazioni. 

La copertina è per Marius Lindvik che dopo i grandi salti della prova a squadre si è ripetuto su livelli eccelsi: 241.5 m nella prima serie, 245.5 nella seconda e un trionfo mai in discussione davanti ad un grande Yukiya Sato, staccato alla fine di 8.3 pti. Terzo come detto Prevc, che si è messo alle spalle i connazionali Zajc, Lanisek, Jelar e il fratello Cene, autore della miglior misura di giornata con 246 m. 

Sesta vittoria stagionale per il norvegese che, dopo l'oro olimpico e mondiale si prende anche Planica. Ma non è lui il vincitore della Coppa del Mondo di volo, che ha visto battagliare gli sloveni Zajc e Jelar, con quest'ultimo alla fine uscito vincitore. Ha dovuto invece abdicare nella seconda serie Kraft, alla fine 11°.

E' arrivata anche l'ufficialità della conquista della coppa del mondo generale da parte di Ryoyu Kobayashi, che mette in bacheca la seconda sfera di cristallo della carriera raggiungendo Kamil Stoch e Stefan Kraft. Una stagione trionfale per il nipponico che non ha mai mancato la top 10 e ha avuto la meglio di Geiger (oggi 16°) nonostante le assenze forzate a causa covid di dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
35
Consensi sui social